11.5 C
Milano
sabato, Ottobre 1, 2022
Home Lombardia PizzaAut: apre il primo ristorante gestito da ragazzi autistici

PizzaAut: apre il primo ristorante gestito da ragazzi autistici

PizzaAut: apre il primo ristorante gestito da ragazzi autistici
Un unicum nel panorama italiano, inaugurato in presenza del presidente Casellati
Il primo maggio è stato aperto il primo ristorante d’Italia gestito da ragazzi autistici. Si chiama PizzaAut e si trova a Cassina de’ Pecchi, un comune della città metropolitana di Milano. Un’impresa che, giustamente, ha fatto il giro dei quotidiani dal momento che, nonostante le vaccinazioni in corso, avviare un’attività economica nel 2021 non è cosa semplice e farlo oltrepassando una barriera come quella dell’autismo rende l’operazione ancora più degna di essere raccontata.
PizzaAut, il cui nome si richiama alla famosa catena statunitense Pizza Hut, è un laboratorio di inclusione sociale che vuole e allo stesso tempo anche un modello che offre lavoro, formazione e dignità alle persone autistiche. Il promotore di tale iniziativa è Nico Acampora e questo progetto ha finito per coinvolgere diversi esponenti della società civile italiana. La pizzeria infatti doveva nascere ben prima di sabato scorso, ma la pandemia ha bloccato tutto. Questo non ha scoraggiato né Acampora né i suoi ragazzi i quali hanno deciso di mettere su un truck-food da cui sfornare le pizze e che poco tempo fa è stato visitato da Stefano Belisari, in arte Elio, il cantante del gruppo italiano “Elio e le storie tese”. Nei mesi scorsi sono stati coinvolti anche altri personaggi come Alessandro Borghese e Mara Maionchi.
Il progetto convince anzitutto perché la pizza è buona e lo confermano i numerosi clienti che l’hanno provata. È così buona che valeva l’apertura di un locale. Ambizione che si è realizzata sabato scorso quando la pizzeria è stata inaugurata in presenza della presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati la quale ha descritto l’inaugurazione come un “momento emozionante e altamente simbolico, perché ci ricorda che il lavoro non è solo guadagno, è molto di più. Dà dignità, crea inclusione sociale, elimina le differenze”. Una scommessa vincente che si spera possa essere d’esempio dal momento che, come ricorda il loro sito, “in Italia ci sono 600mila persone con autismo e nessuno di loro è inserito nel mondo del lavoro. Noi pensiamo che un altro mondo sia possibile”.
Simone Fausti

Most Popular

Per le bollette in arrivo maxi-aumenti

Per le bollette in arrivo maxi-aumenti Sono previsti ulteriori e pesanti aumenti sulle bollette future, complici le nuove tariffe energetiche e i recenti danni subìti...

Area B, infuria la polemica tra Regione e Comune di Milano

Area B, infuria la polemica tra Regione e Comune di Milano Appello di Regione Lombardia e ACI Milano per una proroga ai nuovi divieti che...

Il New York Times pubblica le comunicazioni dei soldati russi: “Putin è un pazzo”

Il New York Times pubblica le comunicazioni dei soldati russi: “Putin è un pazzo” Oggi, alle ore 14, Mosca annetterà ufficialmente le quattro regioni ucraine...

Governo, parte in toto nomi

Governo, parte in toto nomi I nuovi eletti non sono ancora insediati, ma già si rincorrono le voci sulla possibile composizione del nuovo Esecutivo. L’incarico...

Recent Comments