11.5 C
Milano
giovedì, 3 Dicembre, 2020
Home Economia Accordo CDP e Tim: nasce la rete unica nazionale

Accordo CDP e Tim: nasce la rete unica nazionale

Accordo CDP e Tim: nasce la rete unica nazionale

 

Si chiamerà AccessCo e sarà la società a governance congiunta Tim e CDP che gestirà la rete digitale unica nazionale.

 

Si chiamerà AccessCo la società incaricata di gestire la rete unica nazionale. È il frutto dell’accordo tra Cassa Depositi e Prestiti e Tim. Due giorni fa infatti il consiglio di amministrazione di CDP, su proposta dell’ad Fabrizio Palermo, ha dato il via libera alla firma di una lettera di intenti con TIM Spa: l’obiettivo è la creazione di una società responsabile della rete unica nazionale.

 

AccessCo sarà verrà costituita tramite la fusione di FiberCop, società comprensiva della rete di accesso primaria e secondaria di TIM, e di Open Fiber, società dedicata alla fibra ottica e partecipata da CDP e Enel. AccessCo sarà una società aperta anche ad altri investitori anche se per ora il progetto rimane subordinato al consenso della altre parti coinvolte e al completamente dei relativi processi valutativi e decisionali.

 

In un intervista rilasciata a Repubblica, l’ad Palermo ha sottolineato che l’obiettivo è quello di portare la fibra in casa degli italiani entro due anni, nonostante il cammino non sia semplice: da un lato infatti sarà necessario superare tutte le difficoltà legate all’integrazione delle reti, dall’altro AccessCo dovrà superare l’esame delle autorità di controllo italiane ed europee.

 

Così oltre ad Autostrade, CDP si impegna in un’altra infrastruttura, quella digitale, con lo scopo di garantire la stabilità alla nascente AccessCo e dei relativi investimenti. Un soggetto misto pubblico e privato che, secondo Palermo, si fa promotore di «un capitalismo paziente e spesso permanente».

 

Per quanto riguarda la direzione del progetto, è stata stabilita una governance congiunta con Tim che prevede la nomina condivisa dell’amministratore delegato. In aggiunta alla rete unica nazionale, CDP Equity e TIM daranno immediato avvio alle valutazioni in merito ad ulteriori aree di possibile cooperazione per perseguire lo sviluppo di altre tecnologie come 5G, edge computing, data center, Cloud, con l’obiettivo di facilitare la rapida introduzione di tecnologie innovative che migliorino l’accessibilità del Paese.

 

 

Simone Fausti

Most Popular

Milano, per la ripresa del traffico aereo si dovrà attendere almeno il 2023

L’ad di Sea ha prospettato alcuni scenari per il ritorno ai volumi pre-Covid, l’ipotesi peggiore sposta la ripartenza al 2025/26. Intanto servono ristori e...

Patenti scadute, restano valide fino ad Aprile 2021

Proroga scadenza patenti fino ad Aprile, fino a luglio per le sole Cqc e Cfp. Sospesi esami guida pratica nelle regioni rosse. Fogli rosa...

Dpcm Natale: restrizioni agli spostamenti ma sì al pranzo al ristorante

In attesa del testo definitivo, le anticipazioni su alcune misure relative al nuovo dpcm che disciplinerà le feste natalizie. Mancano poco più di venti giorni...

A Dairago una filiale più moderna per la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate «Andiamo in controtendenza. Investiamo nei piccoli centri»

Il presidente della Bcc Roberto Scazzosi e il sindaco di Dairago Paola Rolfi alla riapertura degli spazi di via XXV Aprile dopo l’intervento di...

Recent Comments