11.5 C
Milano
sabato, Gennaio 16, 2021
Home Editoriale Editoriale

Editoriale

Il Circolo delle Imprese è una realtà in divenire, una storia in movimento, una comunità che cresce e, pur essendo in continuo sviluppo, è ormai una realtà consolidata da cinque anni, con oltre cinquemila associati che hanno molto da condividere e da raccontare. Lo è dalla sua nascita, ogni giorno di più. Come ogni comunità, quindi, nel corso del suo cammino di crescita ha sentito la necessità di un proprio organo di informazione: non perché quelli esistenti non fossero abbastanza affidabili, o tempestivi, ma perché raccontare è un modo per raccontarsi, definirsi, riunirsi. Poco importa, in fin dei conti, che la comunità del Circolo delle Imprese sia sparsa per tutto il Nordovest, scritto così, unito, come un’entità geografica definita. Anzi, meglio: l’essere comunità nel senso moderno del termine ci permette di costruire legami diversi, più forti, di ritrovarci con maggiore gioia, di vederci se ne vale veramente la pena; di utilizzare strumenti moderni, agili, immediati. Come il web.
A fianco di una presenza costante, radicata e crescente sui social, da facebook a Instagram, passando per il sempre più apprezzato profilo Linkedin, ecco dunque l’Informatore, una nuova testata che diventa lo strumento di narrazione e informazione del Circolo.
Tutto questo è l’Informatore: un gruppo giovane, desideroso di fornire un servizio, di offrire informazione, nel senso più tradizionale del termine, di raccontare storie di imprese e di imprenditori, di lavoro e di lavoratori, di condividere un’Italia che sa imporsi a livello mondiale, che sa fare innovazione, cultura, che si prende cura delle persone e dei territori. Esiste, noi lo sappiamo: faremo di tutto perché lo sappiano tutti.

Alberto Manzo

Most Popular

La grande lacuna esecutiva

La grande lacuna esecutiva   Oggi in molte aziende l'esecuzione è la grande questione non posta.   Una cosa è avere una strategia chiara; ben altra cosa è...

Amazon Prime punta alla Serie A

Il gigante dell’e-commerce vuole ampliare l’offerta sportiva del proprio servizio streaming. La Serie A punterebbe a 1,15 miliardi per la cessione dei diritti.   Secondo l’agenzia...

#Ioapro1501: la protesta dei ristoratori “ribelli”

#Ioapro1501 è la protesta dei ristoratori “ribelli” che da giorni corre veloce sul web. Oggi diversi ristoranti e bar in tutta Italia apriranno le porte...

Crisi di governo: Piazza Affari poco mossa, i mercati guardano Biden

La crisi del governo Conte bis non ha scosso particolarmente il mercato che guarda con maggiore interesse alle decisioni del presidente eletto Joe Biden...

Recent Comments