Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
Ankara Escort
sabato, Giugno 22, 2024
More
    Home Prima pagina Ecoforum Lombardia: premiati i Comuni Rifiuti Free 2022

    Ecoforum Lombardia: premiati i Comuni Rifiuti Free 2022

    Ecoforum Lombardia: premiati i Comuni Rifiuti Free 2022
    308 i Comuni virtuosi, pari al 20,5% dei Comuni lombardi, con 25 nuovi entrati in classifica. Sono 372 in tutta la Lombardia i Comuni che non raggiungono il 65% di differenziata, maglia nera alle provincie di Sondrio, Como e Pavia.
    Sono 308 i Comuni lombardi virtuosi che entrano nella classifica Comuni Rifiuti Free di Legambiente Lombardia per avere un residuo secco non riciclabile inferiore a 75kg abitante anno, con 25 nuovi Comuni che fanno per la prima volta il loro ingresso nella graduatoria portando così al 20,5% la percentuale dei Comuni lombardi attenti al riciclo, dato che si conferma in linea con gli anni precedenti. È il quadro che emerge dalla 29^ edizione del dossier Comuni Rifiuti Free – Comuni Ricicloni, il rapporto di Legambiente Lombardia presentato recentemente in occasione dell’Ecoforum Economia Circolare.
     
    Un dossier che ormai da quasi 30 anni monitora le performance delle amministrazioni lombarde nella gestione dei rifiuti, invitando enti pubblici ed aziende di gestione a promuovere e migliorare la raccolta differenziata nei territori con obiettivi sfidanti: raggiungere almeno il 65% di raccolta differenziata, aumentare la qualità delle frazioni raccolte, introdurre la raccolta dell’organico in tutti i comuni e, infine,monitorare l’effettivo recupero di materia.
     
    Tra le grandi città nessuna è ancora riuscita ad entrare nellaclassifica Rifiuti Free, sebbene i capoluoghi raggiungano quasi tuttialcuni addirittura superandola abbondantemente– la soglia del 65% di raccolta differenziata. Tra questi, solo Mantova riesce ad avvicinarsi con 85,5Kg ab/anno (sui 75kg richiesti) e una percentuale di raccolta differenziata all’83,3%.
    Milano con il 62,5%, pur rimanendo sotto la soglia indicata, è l’unica tra le grandi città italiane con una performance di gestione che trova uguali solo in alcune capitali europee. Chiudono la classifica la città di Pavia che si ferma al 60,5% e quella di Sondrio al 55%.
    Percentuali, queste ultime, che trascinano anche le intere province. Pavia, infatti, con 138 Comuni su 186 (74%) e Sondrio, con 63 su 77 (82%), rimangono al di sotto dello standard richiesto dal decreto legislativo 152/2006 che indicava il raggiungimento della soglia del 65% di raccolta differenziata entro il 2012 per tutti. 372 i Comuni lombardi a non raggiungere la soglia, 27 dei quali addirittura regrediti rispetto all’anno precedente, tra i peggiori anche alcuni grandi Comuni come Cinisello Balsamo, Vigevano e San Giuliano Milanese, oltre alle già citate città di Milano, Paviae Sondrio. Dando uno sguardo alle province, sono 61 su 148 i Comuni con i dati più negativi nel comasco, 46 su 243 nel bergamasco, 15 su 84 nel lecchese, 22 su 205 nel bresciano, 17 su 133 nel milanese, 5 su 136 nel varesotto, 3 su 113 nel cremasco e 2 su 60 nel lodigiano. Solo le province di Mantova e Monza Brianza risultano virtuose.
     
    Anche per quanto riguarda la frazione organica, obbligatoria per tutti i Comuni a partire da gennaio 2022, l’obiettivo è ancora lontano. Sono infatti oltre 400 i Comuni che raccolgono parzialmente, o addirittura per nulla, l’umido nel loro territorio. Anche in questo caso, si tratta di uno degli obiettivi del programma regionale di gestione dei rifiuti(PRGR), che indica come impegno “la raccolta della FORSU implementata in tutti i Comuni, raggiungendo almeno 60 kg per abitante all’anno, da misurare come somma tra raccolta differenziata e compostaggio domestico o di comunità”. Ma non solo, scopo del piano è anche estendere il modello di raccolta porta a porta al 100% dei Comuni lombardi.
     
    Una strada ancora lunga da percorrere per arrivare ad un effettivo sistema di economia circolare: “Come Legambiente non possiamo che esprimere il nostro ringraziamento alle cittadine e ai cittadini, alle amministrazioni comunali e alle aziende, che tenacemente hanno contribuito ad una corretta gestione dei rifiuti nella nostra regione – commenta Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia . Rimane però un lavoro importante da continuare, per assolvere agli obiettivi del PRGR, per implementare il riuso e misurare l’effettivo riciclo. Un dovere verso l’ambiente, ma anche una via ambiziosa per la trasformazione delle imprese in senso sostenibile e circolare». Nell’ambito della sesta edizione di Ecoforum Rifiuti Lombardia, i Comuni Rifiuti Free sono stati premiati per le loro performance virtuose.
    Micol Mulè

    Most Popular

    Crescita e Caratteristiche Demografiche nei Fondi Pensione Italiani

    Secondo il rapporto annuale della Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (COVIP), al termine del 2023, il panorama dei fondi pensione in Italia è...

    Il turismo internazionale in Italia: numeri e impatto economico del 2023

    Negli ultimi anni, il turismo in Italia ha mostrato segnali di robusta ripresa dopo il rallentamento causato dalla pandemia globale. Secondo i dati forniti...

    Elezioni Usa, Joe Biden spende 50 milioni per una campagna pubblicitaria in cui attacca Donald Trump

    Sale l'attesa per il dibattito presidenziale tra Joe Biden e Donald Trump, previsto per il prossimo 27 giugno. L'appuntamento anticipa e in qualche modo...

    Italia, nel 2023 effettuati 1.129 scioperi ma il numero è in netta diminuzione negli ultimi dieci anni

    Italia Paese di scioperi? Nel 2023 sono state proclamate 1.649 astensioni e di queste ne sono state effettuate 1.129, sostanzialmente in linea con il...

    Recent Comments