Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
Ankara Escort
giovedì, Giugno 20, 2024
More
    Home Prima pagina COVID, TREND IN CRESCITA. I DATI AGGIORNATI

    COVID, TREND IN CRESCITA. I DATI AGGIORNATI

    COVID, TREND IN CRESCITA. I DATI AGGIORNATI
    Sale ancora il numero dei postivi, con oltre 60.000 nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore a fronte di un minor numero di tamponi. +23,6% nuovi casi in una settimana.
    Il numero dei nuovi positivi continua a crescere, facendo registrare 60.000 nuovi casi nellultimo monitoraggio. Un trend positivo che continua a salire e che ha visto incrementare i nuovi contagiati del 23,6% in una sola settimana. Il tasso di positività – cioè il rapporto tra i tamponi effettuati e tamponi positivi – è anchesso in aumento, avendo superato quota 16% (tre giorni fa si attestava poco sopra il 15%). Dati che, seppur non così preoccupanti, non sono comunque da sottovalutare, soprattutto se si prende in considerazione la recrudescenza avvenuta in una sola settimana, complice presumibilmente il diffondersi della nuova variante Omicron-2. Lo stesso dato era infatti attestato al 12,88% solo sette giorni fa, un segno tangibile dellinvoluzione della curva dei contagi. Ciononostante, notizie confortanti stanno arrivando dal fronte dei decessi: il numero di vittime per covid sta infatti progressivamente diminuendo. Se ad inizio febbraio il numero di morti a causa dellinfezione si attestava a quota 400 vittime, oggi il necrologio sembra essere sceso sotto la soglia psicologica delle 100 vittime. Tante ancora, sì, ma va considerato che nella maggior parte dei casi si tratta di pazienti già in parte compromessi da altre patologie. Un altro dato che lascia ben sperare è infine quello relativo ai soggetti presi in carico dal nostro sistema sanitario. Il numero di ricoverati per covid nei reparti di terapia intensiva è sceso al di sotto di quota 500, un segno evidente che la campagna vaccinale – alla quale hanno ormai aderito più dell80% degli italiani – sta portando i suoi frutti, causando agli infettati con sintomi solamente leggeri malanni apparentemente stagionali.
    Il vaccino continua a proteggere dalle infezioni più gravi, e soprattutto continua a proteggere gli ospedali dal collasso, e permette al sistema sanitario di continuare a funzionare come si deve. È questo il messaggio che si può dedurre dallanalisi dei dati che listituto Superiore di Sanità di concerto con il Ministero della Salute, continuano a far pervenire quotidianamente. Anche a fronte quindi di un fisiologico aumento dei contagi non si intravvede più lo spettro di nuove restrizioni, segno che il momento più buio della pandemia dovremmo essercelo lasciato ormai alle spalle. Tesi confermata anche da Palazzo Chigi, con il Governo che ha infatti annunciato nei giorni scorsi il progressivo smantellamento del sistema green pass e della suddivisione a zone in base allincidenza dei casi. Dal 1° aprile non sarà più obbligatorio il green pass rafforzato per recarsi in bar e ristoranti allaperto; niente più obbligo neanche per i mezzi di trasporto pubblico, dove sarà sufficiente il green pass base e lutilizzo della mascherina FFP2. Sempre dal 1° aprile via anche lobbligo di green pass base per alberghi, uffici, banche e negozi; le discoteche allaperto potranno lavorare a capienza piena e gli stadi e gli impianti sportivi – anche al chiuso – potranno tornare al 100%, mentre gli spettacoli, le feste allaperto, le cerimonie e i musei torneranno ad ingresso libero. Il nuovo decreto prevede poi il superamento dellobbligo di indossare la mascherina al chiuso a partire dal 1° maggio, ma sul punto si potrebbe tornare a discutere visto il non completo lasciapassare del Ministro della Salute Roberto Speranza. Sempre dal 1° maggio cadranno poi altre importanti restrizioni, come lobbligo di green pass per bar e ristoranti al chiuso, cinema, concerti, teatri, palestre. Torneranno a lavorare a pieno regime anche le discoteche al chiuso, mentre dal 15 giugno cadranno gli obblighi di vaccinazione per il personale scolastico e sanitario. Con il vaccino abbiamo salvato la vita a 80mila italianiha dichiarato il premier Draghi, sicuro che con la prudenza e il buon senso, si possa andare verso unestate senza restrizioni e con un contenimento totale degli effetti del virus.
    Andrea Valsecchi

    Most Popular

    IA, il futuro per il settore auto

    I sistemi di intelligenza artificiale, si sa, stanno acquisendo un ruolo sempre più centrale in diversi settori economici. Tra questi quello dell’automotive è in...

    Fondazione Comunitaria Nord Milano: 360mila euro assegnati a 44 progetti del territorio

    75 i progetti pervenuti nell’ambito dei tre bandi promossi dalla Fondazione. Al centro delle iniziative proposte la persona con le sue fragilità, cultura ed...

    UE, Massimiliano Salini (Forza Italia) eletto vicepresidente del Gruppo PPE

    L’eurodeputato è tra i dieci vicepresidenti eletti stamane nell’ambito del rinnovo delle cariche del Gruppo PPE che ha riconfermato alla guida Manfred Weber, eletto...

    Prima Edizione del premio “Marco Casavecchia”: un riconoscimento per giovani talenti nel ricordo di un maestro del diritto

    Il 18 giugno, a Torino, si è tenuta la cerimonia di assegnazione del primo premio dedicato alla memoria dell'avvocato Marco Casavecchia, scomparso nell'ottobre del...

    Recent Comments