11.5 C
Milano
domenica, 27 Settembre, 2020
Home Economia Ancora una volta si penalizza chi produce

Ancora una volta si penalizza chi produce

Ancora una volta si penalizza chi produce

 

Rimodulazione Irpef in senso progressivo, taglio di detrazioni e sconti fiscali a parecchie imprese

 

Nel documento del Governo, contenente la bozza denominata “Linee Guida per la definizione del Piano nazionale di ripresa e resilienza” e approvata dal Comitato interministeriale per gli affari europei, spicca tra le altre cose, la riforma fiscale.

 

L’obiettivo, si legge, è la rimodulazione dell’Irpef in senso più progressivo, al fine di tagliare il cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti.

Ancora una volta, dalle intenzioni dell’esecutivo si desume che verranno in qualche modo penalizzati quelli che producono.

 

Parte delle risorse saranno prese dal taglio dei cosiddetti Sad, i sussidi ambientalmente dannosi. Questi sono contenuti in un catalogo istituito presso il Ministero dell’Ambiente. Il 97% di essi consiste in degli sconti fiscali: detrazioni, crediti d’imposta, esenzioni.

Sono legati a numerosi settori come il trasporto auto passeggeri, i Tir e tutto il settore dell’energia. Fermandoci solo a questi, sarebbero numerosissime le aziende che verrebbero penalizzate. Ma viene ricompreso anche il settore agricolo, pensiamo ai carburanti per i trattori e gli altri macchinari.

 

Si tratta comunque di aziende che producono e che vanno incontro a dei costi di gran lunga più elevati (si pensi all’elettricità) rispetto ai competitor stranieri. In un Paese nel quale ci troviamo una pressione fiscale del 60%, la soluzione pensata dal Governo, di tassare ulteriormente le aziende produttive fornendosi dell’alibi dell’inquinamento, rappresenta un ottimo incentivo per far spostare la produzione all’estero a parecchie imprese.

Si fa cassa da una parte ma si perde innovazione, crescita, sviluppo e parecchi denari dall’altra.

 

Andrea Curcio

 

Most Popular

Credito su pegno, il termometro della crisi: in continua crescita

Il termometro della crisi: in continua crescita il ricorso al credito su pegno Non solo disoccupati, famiglie, pensionati, liberi professionisti e imprenditori cercano liquidità immediata...

STATO D’EMERGENZA, PROROGA IMMINENTE

STATO D’EMERGENZA, PROROGA IMMINENTE Speranza: “Non escludiamo possibili lockdown a livello subprovinciale” Con l’aumento dei contagi, l’ipotesi secondo cui lo stato di emergenza venga prorogato ulteriormente...

Scuole, consegna banchi monoposto a rilento

Scuole, consegna banchi monoposto a rilento Il Ministero dell’Istruzione delega tutto ad Arcuri e non prende provvedimenti La consegna dei banchi monoposto nelle scuole procede a...

Non si nasce leader, lo si diventa

Non si nasce leader, lo si diventa Leader: per guidare una macchina ci vuole un autista, per manovrare una nave serve un buon capitano, per...

Recent Comments