11.5 C
Milano
domenica, 27 Settembre, 2020
Home Economia Fotovoltaico: i limiti di spesa previsti con il superbonus

Fotovoltaico: i limiti di spesa previsti con il superbonus

Fotovoltaico: i limiti di spesa previsti con il superbonus

 

Il superbonus al 110% prevede anche nuovi limiti di spesa in caso venga installato un impianto fotovoltaico.

 

Con il decreto rilancio è stato introdotto il superbonus ristrutturazione al 110% con dei nuovi limiti di spesa qualora si proceda all’installazione di un impianto fotovoltaico. L’obiettivo del legislatore è quello di favorire l’efficientamento energetico delle abitazioni e per farlo ha introdotto nuovi incentivi che vanno a innestarsi su quelli precedenti.

 

Prima del Dl 34/20 infatti la detrazione prevista per le spese di installazione di impianti che ricorrono a fonti rinnovabili raggiungeva un limite massimo di 96mila euro per ogni unità immobiliare. Tale provvedimento rimane in vigore, tuttavia se un cittadino deciderà di installare un nuovo impianto che rispetti le condizioni previste dalla legge nell’arco temporale cha va dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, allora potrà usufruire di una detrazione più favorevole pari al 110% in cinque anni per tutte le spese sostenute purché siano state realizzate insieme ai cosiddetti interventi trainanti, così come sono definiti dal decreto legge. Ricordiamo che l’installazione di questi impianti deve comportare il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio e/o unità immobiliari plurifamiliari autonome per poter usufruire del superbonus.

 

Tuttavia, rispetto agli altri interventi trainati, la legge prevede un nuovo limite di spesa pari a 48mila euro qualora venga installato un impianto fotovoltaico, con il limite di 2.400 euro per ogni Kw di potenza. Un massimale autonomo rispetto ai 96mila euro della precedente legislazione che rimane in vigore.

 

La super detrazione vale anche per l’installazione di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici, con il limite di spesa di 1000 euro per ogni kWh di capacità di accumulo. Condizione imprescindibile per usufruire di tale incentivo è la cessione al Gse (Gestore dei servizi energetici) dell’energia non auto consumata in loco.

 

 

Simone Fausti

Most Popular

Fondazione CRT: parte il bando Piccoli Comuni

Fondazione CRT: parte il bando Piccoli Comuni Il bando Piccoli Comuni - cantieri per l'ambiente e il territorio della Fondazione CRT sostiene la realizzazione di...

Credito su pegno, il termometro della crisi: in continua crescita

Il termometro della crisi: in continua crescita il ricorso al credito su pegno Non solo disoccupati, famiglie, pensionati, liberi professionisti e imprenditori cercano liquidità immediata...

STATO D’EMERGENZA, PROROGA IMMINENTE

STATO D’EMERGENZA, PROROGA IMMINENTE Speranza: “Non escludiamo possibili lockdown a livello subprovinciale” Con l’aumento dei contagi, l’ipotesi secondo cui lo stato di emergenza venga prorogato ulteriormente...

Scuole, consegna banchi monoposto a rilento

Scuole, consegna banchi monoposto a rilento Il Ministero dell’Istruzione delega tutto ad Arcuri e non prende provvedimenti La consegna dei banchi monoposto nelle scuole procede a...

Recent Comments