11.5 C
Milano
giovedì, 3 Dicembre, 2020
Home Politica Stati generali, Colao invoca il capitalismo “sostenibile”

Stati generali, Colao invoca il capitalismo “sostenibile”

Oggi agli Stati Generali confronto con Confcommercio, Confesercenti e Confartigianato. Priorità ad infrastrutture, politiche green e digitalizzazione

Oggi è la terza giornata degli Stati generali inaugurati da Conte.

Il piano per la ripresa si articola in nove punti fondamentali, che il governo sta proponendo a tutte le parti sociali a villa Pamphili: rivoluzione digitale, green economy, piano infrastrutturale, snellimento della burocrazia per la P.A., investimenti in ricerca e sanità, riforma della giustizia ed ammodernamento delle strutture alberghiere.

Le consultazioni dovrebbero chiudersi domani.

Circa la metà di queste iniziative del Governo, dovrebbero già essere presenti nella successiva legge di bilancio. Queste saranno, con molta probabilità, il piano Industria 4.0 plus, la riforma del fisco, i sistemi d’incentivo ai progetti di automazione, ai pagamenti digitali ed i sostegni all’automotive per ridurre l’inquinamento.

Il resto finirà nel Recovery plan, cioè il piano mediante il quale verranno richiesti i fondi europei per uscire dall’emergenza.

Ogni singola disposizione dovrà ottenere l’appoggio delle parti sociali ed essere analizzata nel dettaglio. Per questo la realizzazione di un piano di tale portata, non illudiamoci, richiederà delle tempistiche notevoli. Quasi la totalità delle iniziative verrà cambiata, se non stravolte dalle varie esigenze della società e da interessi politici.

Si tratta di una prima bozza per cominciare.

Ieri ha esordito il capo della task force Colao. L’idea illustrata dal manager prefigura una sorta di “capitalismo sostenibile”, che punti sulla digitalizzazione e sulle nuove tecnologie green.

In seguito c’è stato il confronto con i grandi sindacati. Presenti anche i ministri  Dario Franceschini, Roberto Gualtieri, Stefano Patuanelli, Francesco  Boccia, Giuseppe Provenzano e la viceministra Emanuela Del Re.

Al termine dell’incontro con CISL, UIL, CGIL, il ministro dell’economia Gualtieri ha dichiarato che c’è stato “un confronto molto positivo” durante il quale i sindacati hanno espresso “forte condivisione” con gli obiettivi del governo.

Oggi toccherà a Confcommercio, Confesercenti e Confartigianato. Domani sarà la volta di Confindustria.

Andrea Curcio

Most Popular

Milano, per la ripresa del traffico aereo si dovrà attendere almeno il 2023

L’ad di Sea ha prospettato alcuni scenari per il ritorno ai volumi pre-Covid, l’ipotesi peggiore sposta la ripartenza al 2025/26. Intanto servono ristori e...

Patenti scadute, restano valide fino ad Aprile 2021

Proroga scadenza patenti fino ad Aprile, fino a luglio per le sole Cqc e Cfp. Sospesi esami guida pratica nelle regioni rosse. Fogli rosa...

Dpcm Natale: restrizioni agli spostamenti ma sì al pranzo al ristorante

In attesa del testo definitivo, le anticipazioni su alcune misure relative al nuovo dpcm che disciplinerà le feste natalizie. Mancano poco più di venti giorni...

A Dairago una filiale più moderna per la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate «Andiamo in controtendenza. Investiamo nei piccoli centri»

Il presidente della Bcc Roberto Scazzosi e il sindaco di Dairago Paola Rolfi alla riapertura degli spazi di via XXV Aprile dopo l’intervento di...

Recent Comments