11.5 C
Milano
sabato, 26 Settembre, 2020
Home Economia Non mi sento a mio agio e quindi…

Non mi sento a mio agio e quindi…

Non mi sento a mio agio …… Quante volte ti capita di sentirti in questa situazione?

E come mai?

Tutto parte dal nostro temperamento e dalla nostra personalità.

Cosa voglio dirti, che se sei una persona dinamica e fai un lavoro d’ufficio, cioè sedentario, sicuramente soffri,

come soffre chi è una persona precisa e razionale che lavora in un ambiente dinamico e caotico,

e chi ancora è una persona a cui piace socializzare, essere in contatto con le persone ma lavora fa un lavoro in solitudine.

Non mi sento a mio agio…

Vedi, questa reazione dovuta al lavorare in ambiti che non rispecchiano la propria predisposizione naturale, creano nelle persone disagi noti come stress psicosociale da adattamento.

La conoscenza di tali predisposizioni (diverse da individuo a individuo) ti dà la possibilità di capire gli effetti che possiamo produrre o ricevere dall’ambiente e dal contesto.

Palmerino D’Alesio

“Il successo è proporzionale alla capacità quantitativa e qualitativa di comunicare” Consulente ed Esperto in formazione attitudinale su base biologica attraverso la metodologia STRUCTOGRAM, in ambito di competenze sociali, comportamenti e comunicazione p.dalesio@structogramitalia.net

Most Popular

Superbonus: nasce il mercato digitale

Con il coinvolgimento di diverse realtà, prende piede il mercato digitale per negoziare i crediti fiscali.   Il superbonus diventa realtà. Nasce infatti il mercato digitale...

Milano: il sindaco Sala annuncia occupazione suolo gratis oltre il 31 ottobre

La decisione di ampliare gli spazi esterni in uso agli esercizi commerciali era nata come misura a sostegno di bar e ristoranti. Critici i...

Disoccupazione globale alle stelle

L’OIL prevede 213 milioni di disoccupati entro fine anno   L’Organizzazione Internazionale del Lavoro stima che entro la fine di quest’anno la disoccupazione in tutto il...

Co-working, trinamica e addizioni.

Una strada per interpretare le nuove necessità professionali.   Partiamo dalla proprietà commutativa delle addizioni. Se cambio l’ordine degli addendi la somma (o il risultato) non...

Recent Comments