11.5 C
Milano
sabato, 26 Settembre, 2020
Home Lombardia SMART CITY LAB: IN VIA RIPAMONTI IL NUOVO QUARTIERE DEDICATO ALLE START...

SMART CITY LAB: IN VIA RIPAMONTI IL NUOVO QUARTIERE DEDICATO ALLE START UP

3000 mq destinati in 12 mesi a diventare polo d’innovazione tecnologica per la smart city del futuro

Una finestra spalancata su innovazione tecnologica e creatività, così vuole essere “Smart City Lab” primo incubatore di imprese e start up orientate al miglioramento della qualità della vita in città.

Al civico 88 di via Ripamonti saranno ospitati spazi e servizi per le realtà imprenditoriali più innovative in ambito “smart city”, dove domotica, mobilità sostenibile e risparmio energetico saranno il fil rouge del nuovo polo tecnologico che ha tutte le carte in regola per essere attrattivo nei confronti di investitori e nuovi talenti del settore. Il progetto, che si svilupperà in un’area di oltre 3000 mq, prevede la realizzazione di un edificio su due livelli di circa 1000 mq, diverse aree esterne adibite a piazza e parcheggio e un giardino pubblico.

Martedì scorso la consegna simbolica delle chiavi dell’area da parte dell’Assessore al Lavoro Cristina Tajani a Luigi Gallo, Responsabile area Innovazione e Competitività di Invitalia, l’Agenzia per lo sviluppo che avrà il compito di realizzare nei prossimi 12 mesi lo “Smart City Lab”.

Il progetto conta su un finanziamento di 5 milioni di euro stanziati dal Ministero dello Sviluppo economico per la realizzazione della struttura e di 500 mila euro messi a disposizione dal Comune di Milano – oltre alla concessione dell’area – destinati alle dotazioni informatiche e alle attrezzature necessarie all’avvio dell’attività d’incubazione delle imprese.

Un risultato importante per Milano: “Grazie a questo progetto l’Amministrazione potrà non solo restituire alla città un’area che per anni è stata soggetta al degrado – ha commentato l’Assessore Tajani – ma proporre un nuovo spazio in cui imprese e tecnologie sono finalizzate al miglioramento della vivibilità, dell’accessibilità, dell’ambiente e dell’energia: in una parola impegnate a migliorare la qualità della vita in città e dei suoi abitanti”.

Il cronoprogramma prevede l’avvio ufficiale dei lavori già entro la fine del mese di febbraio con un termine fissato a 12 mesi per il completamento dell’opera di riqualificazione.

Micol Mulè

Most Popular

Superbonus: nasce il mercato digitale

Con il coinvolgimento di diverse realtà, prende piede il mercato digitale per negoziare i crediti fiscali.   Il superbonus diventa realtà. Nasce infatti il mercato digitale...

Milano: il sindaco Sala annuncia occupazione suolo gratis oltre il 31 ottobre

La decisione di ampliare gli spazi esterni in uso agli esercizi commerciali era nata come misura a sostegno di bar e ristoranti. Critici i...

Disoccupazione globale alle stelle

L’OIL prevede 213 milioni di disoccupati entro fine anno   L’Organizzazione Internazionale del Lavoro stima che entro la fine di quest’anno la disoccupazione in tutto il...

Co-working, trinamica e addizioni.

Una strada per interpretare le nuove necessità professionali.   Partiamo dalla proprietà commutativa delle addizioni. Se cambio l’ordine degli addendi la somma (o il risultato) non...

Recent Comments