lunedì, Aprile 15, 2024
More
    Home Prima pagina Disuguaglianze: cresce il mercato del lusso e aumenta la povertà

    Disuguaglianze: cresce il mercato del lusso e aumenta la povertà

    Disuguaglianze: cresce il mercato del lusso e aumenta la povertà
    Da una parte il modello dei calciatori di massima serie, dei grossi imprenditori, dei divi del cinema e degli influencer, dall’altra i nuovi poveri e poverissimi, gli indigenti, le fasce più fragili della popolazione, spesso lasciate sole. Questa è la nuova realtà dei fatti, con una forbice tra alti e bassi sempre più ampia e una classe media destinata con tutta probabilità a scomparire, soprattutto con l’incidenza dell’ultimo aumento dei prezzi e con la situazione lavorativa precaria e in peggioramento dal post Covid e dalla guerra in poi. La concentrazione della ricchezza è ormai cosa risaputa, sempre più in mano a pochi; ad avvantaggiarsi di questa situazione è chiaramente il mercato del lusso.
    Come riporta il quotidiano Avvenire, sono 400 milioni i consumatori di prodotti di lusso in tutto il mondo. La cifra è destinata a salire nei prossimi anni. La percentuale di crescita del mercato del lusso nel 2023 rispetto all’anno scorso è del 10% circa e per fare un esempio legato al mercato del lavoro, sono 250 le assunzioni che Ferrari ha in previsione nei primi mesi del 2024. L’intero settore del lusso, secondo Forbes Italia – che riprende un report della società di consulenza Bain – è rimbalzato a quota 1.150 miliardi di euro di fatturato nel 2021, battendo di nuovo le aspettative nel 2022 e crescendo di un ulteriore 20% circa.
    D’altra parte, secondo gli ultimi dati Istat, l’incidenza della povertà assoluta fra le famiglie con almeno uno straniero è pari al 28,9%, si ferma invece al 6,4% per le famiglie composte solamente da italiani. L’incidenza di povertà relativa si attesta al 10,9% (stabile rispetto all’11,0% del 2021) e le famiglie sotto la soglia sono 2,8 milioni. Nel 2022 a rischio di povertà sono state circa 11 milioni e 800 mila persone e le disuguaglianze economiche sono state sempre più evidenti.
    Secondo Asvis, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, in Italia la situazione è più grave nel Sud. Per contrastarla i suggerimenti sono quelli di introdurre misure per contenere l’aumento dei prezzi, convenzioni per nuove politiche abitative, riduzione dei carichi fiscali sui redditi da lavoro e una protezione sociale equa e maggiormente accessibile per i più vulnerabili, ma anche la definizione di una strategia di investimenti e di supporto.

    Most Popular

    I segreti delle aziende familiari di successo

    Le imprese a conduzione familiare rappresentano il 77% delle PMI totali in Italia, svolgendo un ruolo centrale nell'economia del paese. Secondo un'indagine di I-AER,...

    Iran-Israele: nel valzer delle minacce reciproche, Teheran prende di mira anche gli Stati Uniti. Diplomazie al lavoro per una de-escalation

    Dopo i fatti del weekend, il mondo si chiede: ci sarà un'escalation in Medio Oriente? L'Iran ha risposto all'attacco israeliano contro il consolato di...

    Auto elettriche, prezzi energia in aumento fino al 65%

    Aumentano ancora i prezzi dell’energia per la ricarica delle auto elettriche. Nonostante il crollo dei prezzi dell'energia sui mercati internazionali, i prezzi dell’energia per la...

    L’industria del vetro italiana affronta la sfida della decarbonizzazione

    L'industria italiana del vetro si sta impegnando attivamente nella decarbonizzazione, adottando strategie innovative per ridurre l'impronta di carbonio e aumentare la sostenibilità ambientale. Questo...

    Recent Comments