lunedì, Aprile 15, 2024
More
    Home Prima pagina Microchip, continua la crisi di Samsung ma cresce STMicroelectronics

    Microchip, continua la crisi di Samsung ma cresce STMicroelectronics

    Microchip, continua la crisi di Samsung ma cresce STMicroelectronics
    Per Samsung è il peggior trimestre degli ultimi 14 anni, ma STMicroelectronics cresce oltre le aspettative, complice la ripresa del settore automotive
    La crisi dei chip di smartphone, computer e memorie in generale, continua a farsi sentire da quasi un anno, e complice anche la crisi dell’industria dei semiconduttori, Samsung ha fatto registrare, nel dato trimestrale, il suo peggiore risultato degli ultimi 14 anni. Che lo stato di salute dell’azienda sud-coreana non fosse proprio florido è ormai risaputo: per il gigante della tecnologia si rileva un calo dell’87,4% dell’utile netto, sceso a 1,4 trilioni di won (circa 1,04 miliardi di dollari), rispetto agli 11,13 trilioni di won dello stesso trimestre del 2022. Stessa sorte per l’utile operativo del trimestre, che fa registrare un -95,4% rispetto allo scorso anno, scendendo a quota 640 miliardi di won, con un fatturato trimestrale sceso del 18%, pari a circa 63,75 trilioni di won.
    Nulla è perduto però, almeno non per il momento, dato che le prospettive per l’anno in corso non sono così negative come il primo trimestre è apparso. È Samsung stessa a prevedere, stando ai dati in proprio possesso, una graduale ripresa della domanda di semiconduttori, che partirà nella seconda metà del 2023. E se Samsung Display Corporation (Dsc) ritiene che i rallentamenti proseguiranno nei prossimi mesi a causa della crisi globale, ritiene parimenti necessario mantenere la produzione a regime, per garantire la sua posizione dominante nel mercato di fascia alta e massimizzare le vendite al momento della tanto annunciata ripresa.
    E se per Samsung la situazione non va certamente a gonfie vele, la stessa cosa non si può dire per la società italo-francese STMicroelectronics. Seppur anch’essa legata alla produzione di microprocessori, STMicroelectronics si occupa di un comparto maggiormente afferente ai chip per il settore dell’automotive, che hanno portato l’azienda a crescere oltre le aspettative, stante la ripresa del mercato delle vetture.
    I ricavi netti messi «sono stati superiori alle attese nei settori Automotive e Industrial, in parte controbilanciati da ricavi minori nella Personal Electronics», ha detto l’amministratore delegato del gruppo dei semiconduttori, Jean-Marc Chery, sottolineando che «il margine lordo del primo trimestre, pari al 49,7%, è stato di 170 punti base superiore al punto intermedio della nostra forchetta di previsione delle attività, principalmente a causa del mix di prodotto in un contesto di prezzi che è rimasto favorevole».
    Per quanto riguarda i dati si parla di un utile netto di 1,044 miliardi di dollari, 1,10 dollari per azione, in rialzo del 39,8% rispetto ai 747 milioni, 0,79 dollari per azione, dello stesso periodo dell’anno precedente (-16,3% rispetto ai tre mesi precedenti), prospettive che non possono che lasciar ben sperare per il prossimo futuro, complice una continua ma graduale ripresa dei consumi.
    Andrea Valsecchi

    Most Popular

    I segreti delle aziende familiari di successo

    Le imprese a conduzione familiare rappresentano il 77% delle PMI totali in Italia, svolgendo un ruolo centrale nell'economia del paese. Secondo un'indagine di I-AER,...

    Iran-Israele: nel valzer delle minacce reciproche, Teheran prende di mira anche gli Stati Uniti. Diplomazie al lavoro per una de-escalation

    Dopo i fatti del weekend, il mondo si chiede: ci sarà un'escalation in Medio Oriente? L'Iran ha risposto all'attacco israeliano contro il consolato di...

    Auto elettriche, prezzi energia in aumento fino al 65%

    Aumentano ancora i prezzi dell’energia per la ricarica delle auto elettriche. Nonostante il crollo dei prezzi dell'energia sui mercati internazionali, i prezzi dell’energia per la...

    L’industria del vetro italiana affronta la sfida della decarbonizzazione

    L'industria italiana del vetro si sta impegnando attivamente nella decarbonizzazione, adottando strategie innovative per ridurre l'impronta di carbonio e aumentare la sostenibilità ambientale. Questo...

    Recent Comments