sabato, Maggio 25, 2024
More
    Home Prima pagina MASCHERINE, RACCOMANDATE AL LAVORO FINO AD OTTOBRE

    MASCHERINE, RACCOMANDATE AL LAVORO FINO AD OTTOBRE

    MASCHERINE, RACCOMANDATE AL LAVORO FINO AD OTTOBRE
    La mascherina rimane un dispositivo di protezione fondamentale da utilizzare negli ambienti di lavoro, soprattutto laddove non sia possibile garantire il distanziamento interpersonale, ma resta una mera raccomandazione
    Il Governo ha via via varato disposizioni in unottica di allentamento, sino ad un totale abbandono di ogni restrizione volta a prevenire il contagio da Coronavirus. E sebbene i tempi bui dei DPCM varati uno dopo laltro siano ormai alle spalle, certe misure hanno tardato ad abbandonare la scena. È il caso dellobbligo delle mascherine nei luoghi di lavoro. I dispositivi, seppur meramente raccomandati nel settore pubblico, hanno continuato a rimanere obbligatori nel settore privato, anche dopo lo stop allimposizione per tutti i cittadini nei locali al chiuso. Il motivo è dato dal fatto che le disposizioni sono regolate da intese e protocolli con le parti in causa. Tutto ciò aveva comportato lestensione delle norme già precedentemente in vigore, anche per tutto il mese di giugno. Con la fine del mese è anche pervenuta la nuova bozza del protocollo di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del covid negli ambienti di lavoro, già discusso nei giorni scorsi dai sindacati e dalle associazioni dei datori di lavoro insieme al Ministero del Lavoro e della Salute. La sentenza finale è quindi arrivata: la mascherina resta un presidio importante per la tutela della salute dei lavoratori ai fini della prevenzione del contagio, soprattutto nelle fabbriche e negli uffici al chiuso condividi da più lavoratori e magari aperti al pubblico o dove comunque non sia possibile il distanziamento interpersonale di un metro per le specificità delle attività lavorative. Cade lobbligo quindi ma non la raccomandazione. E tra tutte, quella consigliata resta la mascherina Ffp2. Il nuovo protocollo, in vigore fino al prossimo 31 ottobre, precisa infatti che Luso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo facciali filtranti FFP2 rimane un presidio importante per la tutela della salute dei lavoratori ai fini della prevenzione del contagio, soprattutto nei contesti di lavoro in ambienti chiusi e condivisi da più lavoratori o aperti al pubblico o dove comunque non sia possibile il distanziamento interpersonale di un metro per le specificità delle attività lavorative.
    Discrezionalità delle aziende
    Le aziende potranno introdurre vincoli più stringenti, come già avvenuto con le precedenti versioni del protocollo, imponendo ai propri dipendenti di continuare ad indossare la mascherina Ffp2. Oltre a questo viene stabilito dal protocollo che il datore di lavoro debba assicurare la disponibilità di Ffp2 al fine di consentirne ai lavoratori l’utilizzo nei contesti a maggior rischio, in collaborazione con il medico competente, avendo particolare riguardo ai soggetti fragili sulla base di valutazioni ad hoc.
    Prosegue lo smart working per i fragili
    Il lavoro in smart working ha trovato grande impiego nelle aziende, soprattutto per quanto concerne il personale fragile. Nonostante si fosse tornati nella direzione del lavoro in presenza, la bozza del nuovo protocollo avverte che pur nel mutato contesto e preso atto del venir meno dell’emergenza pandemica, si ritiene che il lavoro agile rappresenti, anche nella situazione attuale, uno strumento utile per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19, soprattutto con riferimento ai lavoratori fragili, maggiormente esposti ai rischi derivanti dalla malattia.
    Andrea Fortebraccio

    Most Popular

    Italia: Record Storico delle Energie Rinnovabili ad Aprile 2024

    Ad aprile, l'Italia ha raggiunto un traguardo storico nel campo delle energie rinnovabili, coprendo il 51,2% del fabbisogno elettrico nazionale, rispetto al 36% dello...

    IA Act, Ue pioniera nella regolamentazione del settore

    Il 21 maggio il Consiglio Ue approva all’unanimità la prima legge europea che regola l’intelligenza artificiale. Quella dell’Unione Europea è la prima legislazione al...

    Conferme per le Bandiere Blu nelle Località Lacustri del Piemonte nel 2024

    Nonostante la sua posizione senza sbocchi sul mare, il Piemonte si distingue per la qualità delle sue località lacustri. La Bandiera Blu è un...

    I cinesi della Dongfeng in Italia: trattative per un nuovo impianto produttivo di 100.000 auto all’anno

    Il settore automobilistico italiano potrebbe presto accogliere un nuovo giocatore significativo proveniente dalla Cina, il Dongfeng Motor Group, che sta discutendo con il governo...

    Recent Comments