domenica, Maggio 19, 2024
More
    Home Prima pagina Emergenza umanitaria Ucraina: in Liguria fornita assistenza medica già a 474 profughi

    Emergenza umanitaria Ucraina: in Liguria fornita assistenza medica già a 474 profughi

    Emergenza umanitaria Ucraina: in Liguria fornita assistenza medica già a 474 profughi

    Negli ambulatori di prima accoglienza effettuate valutazioni clinico-sanitarie, compreso un sostegno psicologico, e anche le vaccinazioni anti Covid. Toti: “Regione Liguria si è attivata fin da subito per far fronte a questa emergenza umanitaria”.
    Dall’inizio dell’emergenza in Ucraina, sono 474 i cittadini ucraini che fino a oggi hanno potuto ricevere assistenza medica ed effettuare tamponi nelle strutture dedicate predisposte dalla Regione Liguria.
    Gli ambulatori di prima accoglienza prevedono l’esecuzione di valutazioni clinico-sanitarie, compreso un eventuale sostegno psicologico, un’eventuale presa in carico specialistica e l’attivazione delle opportune misure sanitarie in caso di riscontro di malattia infettiva.
    Negli ambulatori si potrà effettuare lo screening TBC e l’anamnesi vaccinale, oltre a ricevere la vaccinazione anti-Covid e le vaccinazioni di routine previste dal Piano nazionale prevenzione vaccinale per i minori di 18 anni e quelle previste come prioritarie per i maggiorenni. Inoltre potrà essere attivata la presenza di mediatori linguistico-culturali per facilitare l’accesso alle vaccinazioni.
    “Regione Liguria si è attivata fin da subito per mettere in campo tutti gli strumenti e le risorse necessarie per fronte a questa emergenza umanitaria – commenta il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti -, sia dal punto di vista più strettamente sanitario che sul fronte dell’accoglienza. Gli ambulatori di prima accoglienza, oltre all’esecuzione di tamponi e alla possibilità di somministrare vaccini anti Covid, potranno fornire un importante sostegno psicologico e, nel caso fosse necessario, una presa in carico sanitaria specialistica a seguito delle prime valutazioni mediche. Dal punto di vista dell’accoglienza, la Protezione civile regionale, attiva fin da subito, resta in costante contatto con il Dipartimento Nazionale e con la Prefettura”.
    Su questo punto sono già state individuate le prime strutture residenziali per la sistemazione temporanea dei profughi in arrivo dall’Ucraina. Si tratta di Santa Dorotea nel capoluogo ligure e La Riviera a Savona, dove i profughi potranno ricevere una prima assistenza della durata di 5 giorni in attesa del trasferimento in altre strutture dedicate all’accoglienza che saranno individuate dalla Prefettura. Regione Liguria nei giorni scorsi aveva anche fatto recapitare oltre 72 colli di materiale sanitario ed apparecchiature biomedicali al centro operativo della Protezione Civile del Friuli a Palmanova, individuato dal Dipartimento di protezione civile quale hub nazionale di smistamento del materiale proveniente da tutta Italia destinato alla popolazione ucraina.
    Micol Mulè

    Most Popular

    Ferrari, un 2024 da record: consegne stabili, crescono gli utili

    Nel primo trimestre del 2024, Ferrari ha ottenuto risultati finanziari notevoli, segnando un incremento significativo sia nei profitti che nei ricavi. Il noto produttore...

    Space Festival 2024 a Torino: Un Incontro tra Scienza e Fantascienza

    A Torino è partita la terza edizione dello Space Festival, un evento unico nel suo genere che celebra l'esplorazione spaziale e il mistero cosmico....

    Ue, Pil italiano in crescita maggiore rispetto alle aspettative

    La Commissione europea ha rivisto in positivo le stime sulla crescita economica italiana, prevedendo un +0,9% del Pil rispetto al +0,7 precedentemente stimato. Pesa...

    Italia, l’economia cresce ma la povertà si attesta a “valori mai toccati in 10 anni”

    Secondo il Rapporto Annuale dell’Istat, dopo il crollo dovuto al Covid-19 nel 2020, la nostra economia ha continuato a crescere a un ritmo di...

    Recent Comments