11.5 C
Milano
domenica, Luglio 25, 2021
Home Lombardia Milano, i big dell’hospitality scommettono sul capoluogo lombardo per la ripresa

Milano, i big dell’hospitality scommettono sul capoluogo lombardo per la ripresa

Milano, i big dell’hospitality scommettono sul capoluogo lombardo per la ripresa
Archiviata la crisi, si guarda al futuro con investimenti che si concretizzano in nuove aperture in diversi quartieri della città. Nuove formule di ospitalità e lusso per le strutture che verranno inaugurate nel 2021.
Dopo il lungo periodo di chiusure forzate dovute all’emergenza Covid e il conseguente crollo del turismo che ha messo in ginocchio il comparto alberghiero, il settore rialza la testa e ingrana la marcia della ripartenza con inattese nuove aperture che coinvolgono soprattutto le grandi catene. I big dell’hospitality puntano sull’Italia ed in particolare scommettono sulla ripresa di Milano, certi che presto il capoluogo lombardo potrà tornare ad essere la metropoli attrattiva conosciuta in tutto il mondo, capace di attirare turisti e businessman come nel periodo pre-Covid.
La crisi innescata dall’emergenza sanitaria ha avuto forti ripercussioni su tutto il settore alberghiero, dai bed&breakfast agli hotel della categoria lusso, nessuno è stato esente dagli effetti dell’assenza di prenotazioni che ha determinato per tutti un brusco crollo degli affari. Basti pensare che una catena come Marriott ha chiuso il 2020 con la metà del volume di affari dell’anno precedente (pari a 21 miliardi di euro), registrando -96% sugli utili. Eppure lo sguardo è rivolto al futuro, che tradotto significa investimenti mirati a far ripartire il business.
L’Italia, e Milano in particolare, è da sempre tra le mete più gettonate, motivo per cui i grandi gruppi alberghieri internazionali hanno scelto di investire aprendo nuove strutture che verranno inaugurate nel corso dell’anno. Si studiano formule innovative che sfruttano i trend del momento, come la partnership con alcuni tra gli chef stellati che firmeranno la ristorazione all’interno delle strutture. È il caso di “Milano Verticale”, il nuovo hotel di Una Experience, del Gruppo Una, collocato nella zona di Porta Nuova-Garibaldi all’interno di un giardino di 1000 mq:12 piani che ospiteranno 173 camere e un ristorante curato dallo chef tre stelle Enrico Bartolini che assicurerà menu raffinati per i clienti.
Prima dell’estate è in programma anche l’apertura di un nuovo hotel quattro stelle in via Bisceglie della catena austriaca Amedia, già presente in Austria, Germania, Olanda e Repubblica Ceca, che debutta in Italia con il suo piano di sviluppo proprio nel capoluogo lombardo. La formula sulla quale punta molto la catena austriaca è quella dell’ufficio in hotel”, che guarda soprattutto a chi svolge attività in smartworking e necessita di ogni tipo di comfort e servizi a supporto del proprio lavoro. Nei prossimi mesi saranno pronti ad accogliere i clienti anche il Four Seasons fresco di restauro e l’Hotel Palazzo delle Stelline con la nuova gestione di “Voihotels” del Gruppo Alpitour.
Spiccano poi le proposte dell’hospitality di altissima categoria nel pieno centro di Milano. L’ex Seminario Arcivescovile di corso Venezia 11 – il più antico d’Europa, la cui costruzione risale al 1564 – verrà trasformato in “PortraitMilano”, il sesto albergo della compagnia fiorentina Lungarno Collection di proprietà della famiglia Ferragamo. L’edificio ospiterà anche ristoranti, una galleria commerciale, un centro fitness & Spa e un’ampia area eventi, diventando così un vero e proprio polo di life style nel cuore del quadrilatero della moda. Nella vicina via della Spiga si insedierà il cinque stelle di Rocco Forte Hotels, 70 camere e suite, con un ristorante, un lounge bar, l’immancabile centro benessere e una terrazza bar all’ultimo piano con vista sulla città.
Non solo centro storico, anche altre zone di Milano attirano gli investitori alberghieri. Il Gruppo NH Hotel inaugurerà a CityLife, entro la fine dell’anno, l’hotel NH Collection dotato di 185 camere, un centro congressi e una piscina all’ultimo piano da cui si potrà ammirare lo skyline milanese. Infine debutterà in zona Portello, all’interno del grattacielo WJC, il Palma Mysuite Milano, una struttura frutto della sintesi tra la tradizionale formula alberghiera e quella residenziale che ne fanno un Condo Hotel, soluzione del tutto nuova in Italia.
Micol Mulè

Most Popular

Sicurezza in azienda contro varianti virus, Spada (Formazienda): “Formazione strategica”

Sicurezza in azienda contro varianti virus, Spada (Formazienda): “Formazione strategica” La variante Delta fa paura ma il Paese non può permettersi una nuova chiusura delle attività...

Una riflessione prima della pausa estiva: a che punto è il PNRR?

Una riflessione prima della pausa estiva: a che punto è il PNRR? Cari amici, è tempo di vacanze anche per noi. L'anno scorso non ne...

Lotteria degli scontrini, il Bingo anti evasione

Lotteria degli scontrini, il Bingo anti evasione Le strade del Ministero dell’economia talvolta sono particolarmente fantasiose. Siamo giunti, infatti, all’undicesima estrazione della nuova Lotteria degli...

Tecnologia e Made in Italy, Spada (Formazienda): «Formazione rende stabile la ripresa»

Tecnologia e Made in Italy, Spada (Formazienda): «Formazione rende stabile la ripresa» La ripresa passa attraverso l’ammodernamento tecnologico del Made in Italy. L’export italiano è tornato a...

Recent Comments