11.5 C
Milano
lunedì, Giugno 14, 2021
Home Economia Recovery fund, ecco il piano del Governo

Recovery fund, ecco il piano del Governo

Recovery fund, ecco il piano del Governo

 

Nella bozza del Governo si prospetta un’Italia dei sogni: raddoppio del tasso di crescita e incremento di 10 punti del tasso occupazionale
 

 

Le intenzioni del Governo sull’utilizzo del Recovery Fund sono riassunte nella bozza delle “Linee guida per la definizione del Piano nazionale di ripresa e resilienza”. Gli obiettivi primari sono il rilancio dell’occupazione e il raddoppio del tasso di crescita.

Il piano si articola in 6 temi fondamentali descritti in 36 pagine.

 

Digitalizzazione e innovazione. Può far stupire, ma in Italia solo il 76% della popolazione adulta ha utilizzato Internet negli ultimi tre mesi, contro l’87% della media europea. A tal proposito le parole chiave sono: digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, il completamento della rete nazionale in fibra ottica e interventi per lo sviluppo delle reti 5G, sebbene sia stato rinviato il progetto della banda ultralarga per le aree grigie.

 

Rivoluzione verde e transizione ecologica. Il 3,3% della popolazione vive in aree in cui gli standard europei di tossicità dell’aria sono oltrepassati. Pertanto si mira alla decarbonizzazione dei trasporti, a una “maggiore efficienza energetica degli edifici pubblici”, alla gestione integrata del ciclo delle acque e ad investire nell’economia circolare.

 

Infrastrutture per la mobilità sostenibile. Si parla della Torino-Lione, dell’alta velocità ferroviaria per i passeggeri e le merci, dello sviluppo delle reti autostradali con ponti e viadotti (forse, prima sarebbe meglio investire sulla manutenzione di alcune attuali infrastrutture), di investimenti nella mobilità urbana sostenibile pubblica e privata.

 

Istruzione Formazione e Ricerca. Il Governatore della BI Visco ha calcolato che solo il 27,6% dei giovani è laureato contro il 40% dell’Europa. Nel documento si leggono riferimenti al cablaggio in fibra ottica delle università, alla lotta contro l’abbandono degli studi e alla digitalizzazione dell’istruzione.

 

Equità e inclusione sociale e territoriale. Il Governo pensa alla riqualificazione dei centri urbani e delle periferie, a politiche attive per l’occupazione giovanile e ad una formazione particolare per le donne.

 

Salute. Creazione di più posti per le terapie intensive, introduzione del fascicolo sanitario elettronico, rafforzamento dell’assistenza ai malati direttamente a domicilio, considerate le carenze recentemente evidenziate all’interno delle RSA.

 

L’auspicio è che gli investimenti pubblici possano arrivare ampliamente sopra il 3% del PIL. Si valuta anche di rimodulare il sistema delle concessioni al fine di migliorare servizi, costi e investimenti.

Per quanto riguarda il fisco, si ritiene funzionale ridurre il cuneo fiscale con una riforma dell’Irpef in senso più progressivo.

 

Andrea Curcio

Most Popular

Contributi dal 50% al 70% per Digitalizzare le aziende e incentivi per l’E-commerce

Contributi dal 50% al 70% per Digitalizzare le aziende e incentivi per l’E-commerce Si sente parlare con sempre maggiore intensità di “Digitalizzazione” e delle positive ricadute...

Villa Puricelli, una eccellenza lombarda

Riceviamo e pubblichiamo A VILLA PURICELLI ci siamo sempre contraddistinti per il costante dialogo con il territorio, che riteniamo centrale per il benessere dei...

Nel piccolo Comune di Gottasecca, cultura e tradizioni pagano

Nel piccolo Comune di Gottasecca, cultura e tradizioni pagano Offerte di lavoro anomale, ma che fanno piacere. Si tratta infatti di un soggiorno per scrittori...

La cultura del dono nelle scuole, grazie a Fondazione CRT

La cultura del dono nelle scuole, grazie a Fondazione CRT Donazione, più solidarietà, più sistema formativo. Uguale: affrontare le sfide del futuro in maniera innovativa....

Recent Comments