11.5 C
Milano
venerdì, 25 Settembre, 2020
Home Prima pagina Da oggi in Lombardia vietato uscire senza coprirsi naso e bocca

Da oggi in Lombardia vietato uscire senza coprirsi naso e bocca

“L’ordinanza del presidente della Regione – spiega la nota  – introduce l’obbligo per chi esce dalla propria abitazione di proteggere sé stessi e gli altri coprendosi naso e bocca con mascherine o anche attraverso semplici foulard e sciarpe.

Gli esercizi commerciali al dettaglio già autorizzati (di alimentari e di prima necessità) hanno l’obbligo di fornire i propri clienti di guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per l’igiene delle mani”.

Il messaggio del presidente della Lombardia Attilio Fontana è chiaro: “La primavera è iniziata e le giornate sono belle, vorreste uscire, lo so, ma non si può. Non abbiamo ancora raggiunto alcun obiettivo, se vanifichiamo lo sforzo i numeri ricominceranno a peggiorare: non uscite di casa”.

Alcuni chiarimenti e misure ulteriori:

1. Non è obbligatoria la mascherina, tanto meno lo è usarne di tipo FFP2 o 3. Anzi, NON usarle è civicamente consigliato, qualora non si rischi gravemente il contagio o qualora, in caso di contagio, le conseguenze possano essere letali. Quelle mascherine servono agli operatori sanitari. Teniamo a bada l’ansia ed accontentiamoci delle chirurgiche o affini.
2. Al posto delle mascherine si possono usare anche indumenti. Incluse sciarpe, baveri delle giacche o altro. L’importante è che siano coperti, come detto, naso e bocca.
3. Si è deciso di chiudere in festivi e prefestivi la vendita dei prodotti rientranti nelle seguenti categorie merceologiche: ● computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici in esercizi non specializzati, ● apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati, ● articoli per l’illuminazione, ● ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico, ● ottica e fotografia.
4. La Regione ha chiesto di prolungare la chiusura di cantieri e riaprire le attività silvo-pastorali. Probabilmente presagendo una grande importanza strategica nel quadro economico futuro della filiera agro-pastorale.
5. Sono sospesi i mercati coperti, i mercati scoperti e le fiere, sia per il settore merceologico alimentare che non alimentare.

Chiunque avesse bisogno di materiale sanitario può rivolgersi a ale.fiorentino@fastwebnet.it

Most Popular

Superbonus: nasce il mercato digitale

Con il coinvolgimento di diverse realtà, prende piede il mercato digitale per negoziare i crediti fiscali.   Il superbonus diventa realtà. Nasce infatti il mercato digitale...

Milano: il sindaco Sala annuncia occupazione suolo gratis oltre il 31 ottobre

La decisione di ampliare gli spazi esterni in uso agli esercizi commerciali era nata come misura a sostegno di bar e ristoranti. Critici i...

Disoccupazione globale alle stelle

L’OIL prevede 213 milioni di disoccupati entro fine anno   L’Organizzazione Internazionale del Lavoro stima che entro la fine di quest’anno la disoccupazione in tutto il...

Co-working, trinamica e addizioni.

Una strada per interpretare le nuove necessità professionali.   Partiamo dalla proprietà commutativa delle addizioni. Se cambio l’ordine degli addendi la somma (o il risultato) non...

Recent Comments