domenica, Aprile 14, 2024
More
    Home Prima pagina Pmi, indici in calo in Europa

    Pmi, indici in calo in Europa

    Pmi, indici in calo in Europa
    In europa gli indici Pmi fanno registrare un calo oltre le stime
    Nel mese di ottobre, infatti, l’indice manifatturiero è sceso da 43,4 a 43 punti contro i 43,7 previsti da Bruxelles per l’Eurozona. L’indice composito dei servizi passa invece da 47,2 a 46,5 punti contro i 47,4 delle stime. Stessa sorte per l’indice dei direttori acquisti dei servizi, che passa da 48,7 a 47,8 punti.
    L’inversione di tendenza, rispetto alla media europea, è stato registrato in Francia, mentre fuori dall’UE fa registrare un segno positivo l’indice del Regno Unito.
    Un valore inferiore a 50 segnala un’attivita’ del settore in contrazione, mentre uno superiore a un’espansione.
    Per i dati finali per il settore manifatturiero bisognerà però attendere ancora qualche giorno: gli indici definitivi saranno infatti pubblicati il 2 novembre, mentre per i servizi e i dati compositi la dead line è fissata al 6 novembre.
    “Escludendo i mesi affetti dalla pandemia, la produzione del settore privato sta segnando il più forte rallentamento in quasi un decennio. Anche i nuovi ordini stanno registrando un calo maggiore, evidenziando un peggioramento delle condizioni della domanda di beni e servizi. Di conseguenza, le aziende stanno riducendo gli organici, registrando il primo taglio occupazionale dalle restrizioni pandemiche di inizio 2021, e mantengono il fermo obiettivo di utilizzare le scorte per ridurre i costi. Nonostante le pressioni al rialzo dei prezzi dovute all’aumento del costo del petrolio, ad ottobre il tasso di inflazione di beni e servizi è un po’ diminuito, scendendo ai minimi da febbraio 2021. L’attuale forte riduzione dei prezzi di vendita manifatturieri si è accompagnato ad una moderazione dell’inflazione delle tariffe del terziario”, commentano gli analisti che hanno stilato l’indice HCOB pmi nella consueta nota di aggiornamento mensile.
    Andrea Valsecchi

    Most Popular

    Verso un’Italia cashless: innovazione digitale, resistenze culturali e impatto ambientale

    Nel 2024, il panorama finanziario italiano ha mostrato una chiara tendenza verso l'adozione dei pagamenti digitali, sostenuta in particolare dalla Generazione Z, che evidenzia...

    Massimiliano Salini su von der Leyen e la Sostenibilità Ambientale

    Nella seconda parte dell'intervista rilasciata a Fanpage, Massimiliano Salini ha ribadito l'appoggio di Forza Italia alla rielezione di Ursula von der Leyen alla guida...

    Piemonte, Moody’s eleva il rating. Un segnale positivo per gli investitori

    L'agenzia di rating newyorkese Moody's ha recentemente rivisto al rialzo il rating del Piemonte, portandolo da Ba1, un livello considerato "Non-Investment Grade", a Baa3,...

    Imprese, 1,5 milioni di nuove assunzioni nel prossimo trimestre

    Secondo quanto emerge dal Bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e ministero del Lavoro, nel trimestre aprile-giugno 2024 sono in programma nuove...

    Recent Comments