test
sabato, Giugno 15, 2024
More
    Home Prima pagina Partono i saldi estivi: previsti 3,4 miliardi di euro di fatturato

    Partono i saldi estivi: previsti 3,4 miliardi di euro di fatturato

    Partono i saldi estivi: previsti 3,4 miliardi di euro di fatturato
    La stagione estiva segna l’avvio dell’ondata di saldi in Italia, un periodo di shopping “compulsivo” atteso con ansia sia dai consumatori che dai venditori. Per la prima volta i saldi sono iniziati nello stesso giorno in tutto il Paese (il 6 luglio), ad eccezione di Bolzano. Secondo le stime dell’Ufficio Studi di Confcommercio si prevede un giro d’affari di 3,4 miliardi di euro, con una spesa media per famiglia di 213 euro e una crescita delle vendite del 5%. I valori sono leggermente inferiori rispetto ai 3,5 miliardi di euro registrati nel 2019, quando la spesa media per famiglia era di circa 230 euro.
    I saldi rappresentano una grande occasione per i commercianti di recuperare dopo mesi di incassi modesti, causati (dopo gli strascichi della pandemia) anche dal maltempo e dall’inflazione.Confesercenti-Ipsos rileva che circa il 60% degli italiani prevede di fare acquisti durante i saldi, con un budget pro capite medio di 227 euro. Un ulteriore 30% invece farà acquisti solo se troverà l’offerta giusta” e imperdibile. La cautela è il primo fattore che caratterizza le scelte di spesa: oltre un terzo degli italiani prevede di spendere meno di 100 euro, mentre solo uno su sette supererà i 300 euro (anche se è evidente che fare previsioni “a priori” è molto difficile in questo tipo di scelte).
    Giulio Felloni, presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio, ha espresso la soddisfazione dei commercianti per la decisione unanime delle regioni italiane di iniziare i saldi estivi il 6 luglio, evitando inutili competizioni tra territori. Felloni prevede un aumento delle vendite del 5% rispetto al 2022, con gli acquirenti che potranno approfittare di prezzi molto convenienti per articoli di moda.
    Guardando più nello specifico alla regionalità, si stima che le famiglie del Centro Italia saranno quelle che spenderanno di più, con una media di 253 euro a persona. Nelle Isole, invece, si stima una spesa inferiore ai 200 euro. Alcuni consumatori attingerannosenz’altro alla quattordicesima mensilità dello stipendio (erogata in questo periodo proprio a questo scopo), mentre altri utilizzeranno i risparmi accumulati in un anno segnato da prezzi elevati dell’energia e inflazione a doppia cifra.
    La Lombardia potrebbe essere al primo posto per spesa regionale, con una previsione di circa 510 milioni di euro e una spesa pro capite di circa 106 euro, in Toscana invece si prevede un incremento degli acquisti con un budget medio di 213 euro. Nonostante le previsioni, è molto improbabile che i livelli di spesa raggiungano quelli del 2019, quando il reddito medio delle famiglie era comunque maggiore e il costo della vita più basso.
    Anche i turisti stranieri in vacanza in Italia contribuiranno in maniera decisiva a sostenere le vendite, approfittando delle offerte nelle città d’arte. In Campania il giro d’affari dovrebbe sfiorare i 900 milioni di euro, con oltre 580 milioni generati nel capoluogo. In Sicilia si registra un cauto ottimismo, con l’obiettivo di superare le difficoltà degli anni passati e smaltire la merce invenduta. Nel sud della Sardegna, invece, il giro d’affari dovrebbe attestarsi intorno ai 23 milioni di euro, con una spesa media per famiglia di 146 euro.
    Gli acquisti si svolgeranno sotto la protezione del nuovo Codice del consumo, in vigore dal 1° luglio, che modifica le norme su sconti, promozioni e liquidazioni e introduce per la prima volta una regolamentazione anche per le vendite online.
    Pietro Broccanello

    Most Popular

    Riuscirà l’Italia a Fermare la Fuga dei Suoi Giovani Talenti?

    L'Italia sta affrontando un allarmante esodo di giovani talenti, particolarmente accentuato tra i laureati, che nelle ultime due decadi hanno lasciato il paese in...

    Piemonte, la spesa dei beni durevoli segna +8,6% nel 2023

    Nel 2023, in Piemonte, la spesa per beni durevoli ha raggiunto quasi 6,5 miliardi di euro (6 miliardi e 479 milioni), segnando un aumento...

    760 Anni di eccellenza: la storia ininterrotta della carta Fabriano

    Nel cuore delle Marche, a Fabriano, si celebra un anniversario "pesante": 760 anni di produzione cartaria. La storia di questo materiale risale a un...

    Ue, Dazi fino al 48% sulle auto elettriche cinesi

    A partire dal 4 luglio, salvo un accordo diverso tra le parti, saranno introdotti nuovi dazi all’importazione di auto elettriche cinesi. Il motivo? Concorrenza...

    Recent Comments