venerdì, Aprile 19, 2024
More
    Home Prima pagina Lombardia, Salini (Fi-Ppe): “Commissione fuori dalla realtà, la nuova direttiva qualità dell’aria...

    Lombardia, Salini (Fi-Ppe): “Commissione fuori dalla realtà, la nuova direttiva qualità dell’aria spazzerebbe via le industrie più green d’Europa”

    Lombardia, Salini (Fi-Ppe): Commissione fuori dalla realtà, la nuova direttiva qualità dell’aria spazzerebbe via le industrie più green d’Europa 

    Stupisce che i rappresentanti di un’istituzione importante come la Commissione europea non comprendano come l’applicazione pedissequa dei contenuti della nuova Air Quality Directive comporterebbe la desertificazione industriale. Secondo stime di Regione Lombardia, per rispettare i nuovi parametri dovrebbe chiudere il 75% delle attività economiche. A lanciare l’allarme è l’eurodeputato di Forza Italia-Ppe Massimiliano Salini all’indomani del voto nella Commissione Ambiente del Parlamento europeo sulla nuova proposta Air Quality Directive.
    Un testo sul quale il Ppe ha espresso voto contrario in quanto giudicato pericoloso e avulso dalla realtà: “È infatti la conformazione geografica del bacino padano a rendere insostenibili i nuovi target proposti a tavolino – spiega Salini -. Si tratta di un problema morfologico, di conformazione del territorio, non di emissioni, dato che le nostre imprese sono le più sostenibili d’Europa, modello di innovazione verde riconosciuto in tutto il mondo. E aggiunge: “Se negli uffici di Palazzo Berlaymont non vi è la capacità di combinare la morfologia delle aree geografiche con la sostenibilità economico-sociale, restano due possibilità: o abbattiamo le Alpi, o chiudiamo tutte le attività economiche del Nord Italia, cuore pulsante dell’economia europea.
    Invitiamo l’esecutivo Ue a non coprirsi di ridicolo e a rivedere sostanzialmente i nuovi target – osserva l’eurodeputato -: servono pragmatismo e flessibilità, e la maturità politica di dare corpo al principio di sussidiarietà previsto dai trattati Ue, sedendosi al tavolo con le Regioni per individuare insieme una soluzione praticabile. Le Regioni del Nord sono tra gli enti che hanno attuato gli sforzi maggiori per migliorare la qualità dell’aria.
    L’obiettivo della Commissione – conclude Salini – deve essere quello di sostenere, non ostacolare questi tentativi virtuosi, senza insistere con obiettivi irrealistici che, per essere raggiunti, implicherebbero un sostanziale smantellamento del cuore pulsante della manifattura italiana ed europea

    Most Popular

    L’inversione della polemica: un emendamento in tema aborto pone ai ferri corti Roma e Madrid

    Parlare di aborto in Italia è come aprire il vaso di Pandora del dibattito pubblico italiano, anche se questa volta lo scontro ha assunto...

    Trasporto aereo in Italia nel 2023: crescita e preferenze passeggeri

    Nel 2023, il settore del trasporto aereo in Italia ha vissuto un forte incremento, registrando un totale di 197 milioni di passeggeri, un aumento...

    Nasce il “Museo Inclusivo”: un viaggio nell’arte e nella creatività per persone con autismo

    L’iniziativa promossa dall’ufficio Servizi educativi e accessibilità del Castello Sforzesco e dall’Associazione “Portami per mano Onlus”, in collaborazione con la società Ad Artem. In una...

    Un nuovo paradigma per l’Europa: Il discorso di Draghi

    Nel cuore dell'Europa, a La Hulpe in Belgio, Mario Draghi ha delineato una visione rinnovata per il futuro dell'Unione. Durante la High-level Conference sui...

    Recent Comments