domenica, Aprile 21, 2024
More
    Home Economia Calo di Tim in Borsa, Vivendi contraria a offerta su rete NetCo

    Calo di Tim in Borsa, Vivendi contraria a offerta su rete NetCo

    Piazza Affari ha assistito a un nuovo ribasso di Telecom Italia, con un calo dell’1,76% in apertura, un temporaneo rialzo dello 0,9% e poi la ricaduta in rosso in coda al segmento principale con un calo di oltre tre punti. Vivendi si prepara a contrastare l’offerta di KKR per l’acquisto di NetCo, con una nuova riunione del consiglio di amministrazione sul tema.

    Nel corso della mattinata, dopo l’apertura, i titoli del gruppo di telecomunicazioni avevano guadagnato terreno, registrando la migliore performance del FTSE MIB con un incremento dello 0,9%, prima di tornare in negativo e chiudere con una perdita di oltre tre punti. Il volume degli scambi è stato particolarmente elevato, con il numero di titoli scambiati a metà seduta già superiore alla media degli ultimi trenta giorni per l’intera giornata.

    Si è riunito il consiglio di amministrazione di Telecom Italia per discutere il tema delle offerte per NetCo (la rete e Sparkle) e, salvo sorprese, si prevede che l’offerta di KKR da 23 miliardi di euro (21 miliardi, comprensivi di due miliardi di earn out, più altri due miliardi legati a una serie di condizioni) sarà preferita.

    Tuttavia secondo il Financial Times Vivendi, che detiene il 23,75% del capitale e oltre il 17% dei diritti di voto, “intende opporsi alla proposta di vendere la sua pregiata rete fissa a KKR”. L’offerta del fondo statunitense è infatti inferiore al valore attribuito da Vivendi alla rete, che ammonta a circa 30 miliardi di euro.

    Stando alle indiscrezioni, si valuta la possibilità di concedere a KKR un’opzione di esclusiva, che potrebbe essere una “preferred” o una formula ibrida rispetto all’esclusiva “pura”, e che secondo voci di mercato potrebbe durare fino alla fine di agosto o alla prima settimana di settembre. La modalità dovrebbe permettere ad altri soggetti di unirsi eventualmente al fondo statunitense, tanto è vero che nei giorni scorsi F2i ha confermato con Radiocor la possibilità di partecipare al progetto NetCo. Si dovrebbe aggiungere la clausola che nel caso in cui KKR decidesse di non proseguire con le trattative, sarebbe comunque tenuta a pagare una penale a Telecom Italia.

    In questo contesto, una volta ceduta NetCo, Telecom Italia potrebbe valutare la vendita di una quota di minoranza di TIM Enterprise, stimata in 6 miliardi di euro secondo Bloomberg che ha condotto un sondaggio tra vari investitori. Il management non esclude una possibile integrazione con il gruppo Engineering, mentre per quanto riguarda ConsumerCo, si ipotizza un accordo con Poste Mobile.

     

    Pietro Broccanello

    Most Popular

    E se il vino sparisse? l’Italia perderebbe 1,1% del PIL

    Durante la 56esima edizione di Vinitaly, tenutasi a Verona, è stata presentata una ricerca che evidenzia l'importanza economica del settore vinicolo in Italia. L'analisi,...

    Ue, si valuta altro taglio dei tassi

    Christine Lagarde annuncia un probabile nuovo taglio dei tassi “se non ci sono shock”. "Stiamo osservando un processo disinflazionistico. Se si muove in linea con...

    Nutella: 60 Anni di Dolce Successo Globale

    Nel 1964, il panorama delle creme spalmabili fu trasformato radicalmente dall'introduzione di Nutella, opera di Michele Ferrero. Originaria di Alba, questa crema ha combinato...

    L’inversione della polemica: un emendamento in tema aborto pone ai ferri corti Roma e Madrid

    Parlare di aborto in Italia è come aprire il vaso di Pandora del dibattito pubblico italiano, anche se questa volta lo scontro ha assunto...

    Recent Comments