test
lunedì, Giugno 17, 2024
More
    Home Prima pagina Tir, Salini (Fi-Ppe): “Avanti con la battaglia sui biocarburanti, dalla Commissione immobilismo...

    Tir, Salini (Fi-Ppe): “Avanti con la battaglia sui biocarburanti, dalla Commissione immobilismo preoccupante”

    Tir, Salini (Fi-Ppe): “Avanti con la battaglia sui biocarburanti, dalla Commissione immobilismo preoccupante
    L’europarlamentare è intervenuto in Commissione Trasporti in qualità di relatore Ppe del parere sul nuovo regolamento emissioni di CO2 per i veicoli pesanti.
    L’immobilismo della Commissione è preoccupante. Secondo indiscrezioni che circolano a Bruxelles, contrariamente a quanto promesso alla Germania per ottenerne il voto in Consiglio, l’esecutivo Ue nulla starebbe facendo, né al momento intenderebbe fare, per redigere i famosi atti delegati annunciati a seguito dell’accordo sugli e-fuel e i nuovi standard di CO2 per le auto. All’Europarlamento stiamo invece giocando d’anticipo, perché la partita sullo stop a diesel e benzina è tutt’altro che chiusa”. A dirlo è l’europarlamentare di Forza Italia – Ppe Massimiliano Salini, intervenuto in Commissione Trasporti in qualità di relatore Ppe del parere sul nuovo regolamento emissioni di CO2 per i veicoli pesanti.
    La nostra battaglia per salvaguardare il motore a scoppio e includere i biocarburanti, prodotti principalmente in Italia, continua sul nuovo regolamento degli standard CO2 per i mezzi pesanti e sul regolamento Euro 7, la cui discussione avrà un forte impatto sull’intera legislazione europea dei trasporti, auto incluse”, assicura Salini, che è anche relatore Ppe in Commissione Industria del parere sul nuovo regolamento Euro 7. 
    Il Ppe ha infatti presentato una serie di emendamenti ad entrambi i testi: “Modifiche che prevedono una definizione di carburanti neutri in grado di includere i biocombustibili, oltre agli e-fuel – spiega Salini -. Se la definizione passasse, creerebbe un precedente impossibile da ignorare, anche nell’interpretazione di altri testi normativi. E precisa: “Ricordiamo che nel Considerando 11 del regolamento che impone lo stop alle auto diesel e benzina dal 2035, si parla solo di “CO2 neutral fuels” e non dei carburanti sintetici che si vorrebbe far credere essere l’unica soluzione green sostenibile per mantenere in vita il motore a scoppio. Sul piano tecnico è impossibile escludere i biocombustibili, la cui neutralità, come gli e-fuel, si basa su una compensazione tra CO2 sottratta nella produzione e quella emessa nell’utilizzo dei veicoli.
    L’europarlamentare ha poi indicato come prioritario il passaggio dal conteggio delle emissioni “Tail-pipe” (tubo di scarico) ad un più realistico sistema “Life cycle approach”, che calcola le emissioni nell’intero ciclo produttivo dei combustibili e del veicolo: “Dobbiamo seguire il principio di neutralità tecnologica e accompagnare l’industria automotive secondo un percorso realistico e non ideologico– conclude Salini -: se l’energia che alimenta i mezzi elettrici viene prodotta con carbone o fonti fossili, è assurdo e ipocrita presentare l’abolizione del motore a scoppio e l’elettrificazione nei trasporti come la panacea green che risolverebbe il problema delle emissioni di CO2.
     

    Most Popular

    Il Rapporto Almalaurea 2023: Stipendi e Opportunità per i Neolaureati Italiani

    Il Rapporto Almalaurea 2023 fornisce un quadro dettagliato sul profilo e la condizione occupazionale dei laureati italiani. Secondo i dati raccolti, un neolaureato magistrale...

    Rivoluzione nelle terre rare: la Norvegia può ridurre la dipendenza europea dalla Cina?

    La recente scoperta di un vasto giacimento di terre rare nel complesso di Fen, in Norvegia, rappresenta un cambiamento significativo nel panorama geopolitico delle...

    Marco Gay nominato Presidente di Unione Industriali Torino

    Il Consiglio Generale di Unione Industriali Torino ha nominato Marco Gay come nuovo Presidente dell'associazione, succedendo a Giorgio Marsiaj. Questo rappresenta il primo passo...

    Riuscirà l’Italia a Fermare la Fuga dei Suoi Giovani Talenti?

    L'Italia sta affrontando un allarmante esodo di giovani talenti, particolarmente accentuato tra i laureati, che nelle ultime due decadi hanno lasciato il paese in...

    Recent Comments