venerdì, Aprile 19, 2024
More
    Home Prima pagina Rifiuti elettronici, Ecolight rinnova i vertici Walter Camarda confermato presidente del consorzio

    Rifiuti elettronici, Ecolight rinnova i vertici Walter Camarda confermato presidente del consorzio

    Rifiuti elettronici, Ecolight rinnova i vertici
    Walter Camarda confermato presidente del consorzio
    L’imprenditore varesino resta alla guida del sistema collettivo per la gestione dei RAEE che l’anno scorso ha raccolto oltre 18 mila tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici
    Rinnovo dei vertici nel mondo dei rifiuti elettronici: Ecolight conferma Walter Camarda alla presidenza del consorzio. In occasione dell’assemblea annuale dei consorziati che si è svolta nei giorni scorsi a Milano, il sistema collettivo che si occupa della gestione di RAEE, pile e accumulatori, ha rinnovato le cariche del consiglio di amministrazione per il triennio 2023-25. Il 69enne imprenditore varesino, amministratore delegato della Castaldi Lighting di Cassano Magnago (VA), è stato riconfermato alla guida del CdA; vicepresidente, Marco Pagani, direttore Normativa e Rapporti Istituzionali di Federdistribuzione.
    «La rinnovata fiducia è stimolo per proseguire nel cammino intrapreso al fianco delle aziende, per accompagnarle in quel delicato quanto necessario percorso verso l’economia circolare», ha detto Camarda. Consorzio costituito nel 2004 in risposta alle normative che affidavano ai produttori la responsabilità della gestione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche a fine vita, in quasi 20 anni di operatività Ecolight ha saputo ritagliarsi un posto di primo piano tra i sistemi collettivi nella gestione dei RAEE. «Nel 2022 è proseguita la crescita del consorzio: Ecolight ha registrato 2.140 aziende consorziate facendo registrare un +6% rispetto all’anno precedente. È un segnale importante dell’elevata rappresentatività che ha il consorzio», ha spiegato Camarda. Sul fronte della raccolta, «il consorzio ha gestito oltre 18 mila tonnellate di rifiuti elettronici, delle quali più del 70% appartenenti al raggruppamento R4, ovvero piccoli elettrodomestici ed elettronica di consumo. È un dato complessivo in calo rispetto ai dodici mesi precedenti per almeno tre motivi: nel 2022 c’è stato di fatto un minore ricambio dei prodotti elettronici, sono infatti diminuite le quantità di apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato. Persistono invece quelli che sono i due problemi “storici” del settore: da una parte, la dispersione dei RAEE attraverso i cosiddetti canali paralleli. Questi sottraggono rifiuti ai canali di recupero e riciclo, non garantendo una corretta gestione. Dall’altra ancora vi è ancora una scarsa conoscenza dei RAEE: troppo spesso questi rifiuti non vengono correttamente conferiti, portati nelle isole ecologiche del comune di residenza oppure affidati ai canali della distribuzione secondo i principi dell’Uno contro Uno e dell’Uno contro Zero».
    Su questo fronte, Ecolight ha promosso una serie di servizi anche nel corso del 2022 per sensibilizzare i cittadini e al contempo agevolare i punti vendita nella gestione dei RAEE. L’Uno contro Uno prevede l’obbligo di ritiro gratuito del vecchio prodotto da parte del negozio nel momento in cui si acquista un prodotto nuovo di equivalente funzionalità, come ad esempio nel caso di sostituzione di un televisore; l’Uno contro Zero, invece, dà la possibilità ai consumatori di consegnare, sempre gratuitamente,un RAEE di piccole dimensioni (fino a 25 cm) nei negozi che hanno una superficie di vendita superiore ai 400 mq. «Nel corso del 2022 abbiamo erogato i servizi di gestione dei rifiuti elettronici in quasi 3.500 punti vendita, ritirando oltre 58.000 apparecchiature fuori uso», ha aggiunto il presidente di Ecolight. «Su questa strada è necessario insistere per creare una filiera circolare capace di restituire importanti quantitativi di materie prime seconde: i RAEE sono infatti recuperabili per oltre il 90% del loro peso».
    Il nuovo consiglio di amministrazione del consorzio Ecolight per il triennio 203 – 2025 è composto da: Walter Camarda (presidente), Marco Pagani (vicepresidente), Angela Antonini, Luigi Barni, Alberto Costa, Giuseppe De Matteis, Maria Addolorata Fuso, Luigi Giroletti, Demetrio Porfiri, Lorenzo Prina e Damiano Zanotti.
    Ecolight – Costituito nel 2004, è uno dei maggiori sistemi collettivi per la gestione dei RAEE, delle Pile e degli Accumulatori. Il consorzio Ecolight raccoglie oltre 2.100 aziende ed opera in una logica di contenimento dei costi e rispetto per l’ambiente. È stato inoltre il primo sistema collettivo in Italia ad avere le certificazioni di qualità ISO 9001 e ISO 14001. È punto di riferimento per la grande distribuzione (Gdo) e tratta tutte le tipologie di RAEE. Il consorzio Ecolight è parte del Sistema Ecolight insieme con il consorzio Ecopolietilene, Ecotessili ed Ecoremat e la società di servizi Ecolight Servizi. www.ecolight.it
    Ufficio Stampa Ecolight: Eo Ipso
    Marco Parotti – 340.9665279 mparotti@eoipso.it

    Most Popular

    L’inversione della polemica: un emendamento in tema aborto pone ai ferri corti Roma e Madrid

    Parlare di aborto in Italia è come aprire il vaso di Pandora del dibattito pubblico italiano, anche se questa volta lo scontro ha assunto...

    Trasporto aereo in Italia nel 2023: crescita e preferenze passeggeri

    Nel 2023, il settore del trasporto aereo in Italia ha vissuto un forte incremento, registrando un totale di 197 milioni di passeggeri, un aumento...

    Nasce il “Museo Inclusivo”: un viaggio nell’arte e nella creatività per persone con autismo

    L’iniziativa promossa dall’ufficio Servizi educativi e accessibilità del Castello Sforzesco e dall’Associazione “Portami per mano Onlus”, in collaborazione con la società Ad Artem. In una...

    Un nuovo paradigma per l’Europa: Il discorso di Draghi

    Nel cuore dell'Europa, a La Hulpe in Belgio, Mario Draghi ha delineato una visione rinnovata per il futuro dell'Unione. Durante la High-level Conference sui...

    Recent Comments