sabato, Maggio 25, 2024
More
    Home Prima pagina Manovra, tutte le novità, a partire dal dietrofront sul Pos

    Manovra, tutte le novità, a partire dal dietrofront sul Pos

    Manovra, tutte le novità, a partire dal dietrofront sul Pos
    Arriva il terzo pacchetto di emendamenti del Governo alla manovra. È il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti a recarsi nella tarda serata di domenica direttamente in commissione Bilancio alla Camera, con le comunicazioni riguardanti novità significative alla legge di Bilancio. All’arrivo del ministro è seguito anche il rientro in aula dei deputati dell’opposizione, che avevano disertato i lavori proprio in virtù dei ritardi dell’esecutivo nella produzione dei documenti necessari. Le novità sono state subito spiegate da Giorgetti, che ha sottolineato che «Le previsioni più accreditate a livello economico probabilmente imporranno ulteriori utilizzi di spazio fiscale» ricordando che «quello che ha fatto il governo è aver usato nel primo trimestre 2023 uno scostamento dell’1,1% esattamente per le misure per l’energia». Ora non resta che individuare gli emendamenti di maggioranza e opposizione che potranno entrare nella manovra prima dell’ok definitivo.
    Ma vediamo le novità.
    Taglio cuneo 3%.
    Il primo annuncio del ministro Giorgetti riguarda il tetto del reddito per il taglio del cuneo, che passa da 20 a 25mila euro.
    Pensioni minime a 600 euro.
    Confermato anche l’innalzamento delle pensioni minime per gli over 75, che passa a 600 euro mensili, ma per ora varrà solo per il 2023.
    Reddito di cittadinanza
    «Sul reddito di cittadinanza le mensilità sono state ridotte da 8 a 7» ha detto il ministro dell’Economia, prevedendo una stretta ulteriore rispetto a quanto era stato previsto in precedenza.
    Inoltre viene introdotta una de contribuzione per chi assume i percettori del reddito: «si è aumentato da 6mila e 8mila euro la soglia massima per l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a favore di datori di lavoro che assumono dal 1º gennaio al 31 dicembre con contratto a tempo determinato i beneficiari del Reddito di cittadinanza».
    Superbonus 110%.
    In merito al Superbonus «è recepita quella che è una volontà emersa in commissione al Senato sul dl quater e recepita qui per motivi di tempo: la possibilità di presentare la cilas per i condomini entro il 31 dicembre 2022 per mantenere il regime di maggior favore al 110%».
    Stralciata la norma sui Pos
    Dietrofront sulla norma Pos: si torna alla vecchia misura attualmente in vigore che prevede la sanzione di 30 euro a chi rifiuta il pagamento elettronico, senza limite di soglia. La nuova proposta del Governo che introduceva dal 1° gennaio una soglia di 60 euro sotto la quale non sarebbe scattata nessuna sanzione in caso di rifiuto dell’utilizzo del Pos da parte dell’esercente o del professionista, era stata infatti bocciata dall’Unione Europea.
    Secondo quando riferito in commissione Bilancio della Camera dallo stesso ministro dell’Economia, si sta andando nella direzione di concedere crediti d’imposta a titolo di ristoro delle commissioni pagate da commercianti e professionisti per i pagamenti digitali, così da superare la maggior criticità emersa.
    Cartelle esattoriali
    Slitta dal 31 gennaio al 31 marzo lo stralcio dei carichi fino a 1.000 euro affidati agli agenti della riscossione al 31 dicembre 2015.
    Mutui a tasso fisso
    «È stata ripristinata la vecchia norma del 2012 che permette per i contratti di mutuo ipotecario di tornare dal tasso variabile al fisso», annuncia con grande entusiasmo il ministro, in ragione soprattutto del fatto che i tassi stanno continuando a crescere anche nelle ultime settimane.
    Caro energia
    «Per il caro energia diversi emendamenti sollecitavano quella che era ritenuta e che anche noi abbiamo ritenuto un’ingiustizia, il trattamento di sfavore per il teleriscaldamento, per cui è prevista la riduzione dell’aliquota Iva al 5% per il primo trimestre 2023» ha fatto sapere il ministro Giorgetti. Ma non solo: «È prevista anche la riduzione al 10% dell’Iva per i pellet per il 2023».

    Most Popular

    Italia: Record Storico delle Energie Rinnovabili ad Aprile 2024

    Ad aprile, l'Italia ha raggiunto un traguardo storico nel campo delle energie rinnovabili, coprendo il 51,2% del fabbisogno elettrico nazionale, rispetto al 36% dello...

    IA Act, Ue pioniera nella regolamentazione del settore

    Il 21 maggio il Consiglio Ue approva all’unanimità la prima legge europea che regola l’intelligenza artificiale. Quella dell’Unione Europea è la prima legislazione al...

    Conferme per le Bandiere Blu nelle Località Lacustri del Piemonte nel 2024

    Nonostante la sua posizione senza sbocchi sul mare, il Piemonte si distingue per la qualità delle sue località lacustri. La Bandiera Blu è un...

    I cinesi della Dongfeng in Italia: trattative per un nuovo impianto produttivo di 100.000 auto all’anno

    Il settore automobilistico italiano potrebbe presto accogliere un nuovo giocatore significativo proveniente dalla Cina, il Dongfeng Motor Group, che sta discutendo con il governo...

    Recent Comments