domenica, Aprile 21, 2024
More
    Home Prima pagina COREFAB - La qualità può generare beneficio per tutti? La parola a...

    COREFAB – La qualità può generare beneficio per tutti? La parola a Julia Faccin di Progesto s.r.l. società benefit​

    COREFAB – La qualità può generare beneficio per tutti? La parola a Julia Faccin di Progesto s.r.l. società benefit​
    Abbiamo conosciuto di persona Julia (e suo marito Marco) a Thiene, Vicenza, presso l’aeroporto civile. Prima di questo incontro avevamo fatto diverse call, telefonate. Ci siamo scambiati messaggi, email. Approfondendo l’organizzazione del loro evento annuale. Perché Julia, diciamo la verità, non solo voleva organizzare un’attività di team building che lasciasse il segno nel cuore e nella testa dei propri collaboratori. Julia desiderava che questa attività, per piccola e modesta che fosse, potesse coinvolgere chi sta attorno a Progesto srl Società Benefit e ne segue le gesta: fornitori, clienti, partner esterni. Ed è così che il 6 ottobre scorso, presso il ristorante dell’aeroporto, oltre ai propri collaboratori, Julia e Marco hanno scelto di invitare anche i principali stakeholder, condividendo un momento ludico in apparenza, ma piuttosto profondo nell’esito. Abbiamo usato il format #DrinknDraw per raccontare la qualità. E per fare spiegare a tre squadre miste (composte quindi da stakeholder e collaboratori) come e se la qualità potesse generare benefici per tutti, se presa in seria considerazione.
    E anche in questo caso, partiamo dalla fine: Julia, siamo riusciti ad ottenere il risultato tanto atteso con questa esperienza di team building?
    Decisamente sì, Marco! Durante le nostre telefonate e videochiamate, dall’ufficio e dall’auto, dove hanno partecipato anche i miei stakeholder personali (i miei figli!) eri riuscito a trasmettermi la bontà dell’attività proposta, ma mai avrei saputo immaginare l’entusiasmo e le vibrazioni positive che ci sono state la sera del 6 ottobre. La sera stessa ma poi anche nei giorni successivi, tutti, dipendenti, collaboratori e clienti, ci hanno chiamati per ringraziare di questa esperienza nutriente per la mente ma anche, e io direi soprattutto, per l’anima.
    Facciamo un passo indietro: perché ci hai contattato e cosa volevi ottenere esattamente da questa esperienza? Perché hai immaginato che fosse importante per collaboratori e stakeholder?
    Da quando la nostra azienda si è trasformata in Società Benefit si è innescato un circolo virtuoso e prezioso di coincidenze più o meno intenzionali, a ribadire il concetto cardine di come fare sostenibilità possa portare prima di tutto beneficio interno all’azienda e aprire porte a situazioni nuove, innovative e stimolanti. Tra queste, sicuramente l’incontro, seppur virtuale con tua moglie Anna Elisa Mastroianni durante un corso sulle B Corp al MIP, mi ha avvicinata a Corefab e al vostro modo di fare Team Building. Quando accanto a Corefab la prima volta lessi “società benefit” capii subito che c’era molto di più e infatti seguendo poi sui canali social le vostre attività si percepiva che il vostro lavoro lo fate mettendoci qualcosa di più. Ero quindi molto curiosa da un lato e dall’altro desiderosa di alzare l’asticella delle nostre proposte di team building trasmettendo con i fatti cosa vuol dire per noi essere una società benefit e cosa vuol dire per noi avere davvero cura di tutti gli stakeholder. Avevo bisogno di uno strumento per far comprendere ai nostri clienti/partner il senso e il valore del benefit fatto in azienda e soprattutto volevo un’esperienza di condivisione e di apertura verso l’altro per i nostri ragazzi. Poi ricordo bene che mi hai lanciato un assist perfetto durante una delle prime conversazioni e purtroppo o perfortuna a me le sfide piacciono tanto!
    Chi è Progesto? Cosa fa? E come si è inserita nel tessuto locale?
    Siamo una società di ingegneria che si occupa di dare assistenza alle aziende negli ambiti di certificazione di prodotto (marcatura CE e derivati), di Industria 4.0, di sistemi di gestione della qualità e di sostenibilità. Ci piace entrare nelle aziende e portare innovazione, soluzioni nuove per efficientare i processi e per aiutare a generare valore. Ci piace dimostrare ad aziende di tutte le dimensioni che fare sostenibilità seriamente aiuta l’azienda stessa a migliorare i propri risultati, come dimostra il nostro approccio scientifico nell’implementare strategie di sostenibilità che devono necessariamente essere fondate su dati misurabili, in modo da poter verificare il risultato nel tempo e stabilire obiettivi che siano coerenti con la mission di ogni azienda e che possano poi dimostrare il valore di crescita e sviluppo che si può ottenere da pratiche virtuose. Il nostro commerciale di punta è il passaparola e credo che questo aspetto sia significativo per comprendere come lavoriamo, sempre con l’attenzione rivolta al cliente e alle sue necessità specifiche. Allo stesso modo creiamo sinergie con clienti, fornitori e con associazioni no profit del territorio per generare un valore condiviso, credendo fermamente che il mercato abbia spazio per tutti e che collaborare con rispetto richieda meno sforzi che non cercare il conflitto e alzare barriere.
    Perché diventare società benefit? Qual è il vostro significato? Quale il vostro impegno?
    La trasformazione in Società benefit per noi inizialmente non è stata altro che formalizzare una serie di impegni e attività che già facevamo. Quando abbiamo conosciuto il mondo delle società benefit ci siamo subito riconosciuti in questo modo di fare impresa, dove il valore generato dall’azienda è redistribuito a tutti i soggetti che hanno permesso di ottenerlo. Essendo una società di ingegneria ci siamo quindi impegnati a svolgere attività di beneficio comune verso i nostri dipendenti, soprattutto i giovani, dando loro una formazione professionale e personale che gli consenta di sentirsi realizzati non solo nel lavoro ma anche nella vita privata. Crediamo che le imprese siano obbligate a prendersi cura della felicità dei proprio lavoratori, siamo tutti chiamati a lavorare per vivere e non vivere per lavorare per poter amare il mondo in cui viviamo e prendercene cura nel migliore dei modi.
    Ci impegniamo anche verso la comunità, intendendo per “comunità” tutte le persone che interagiscono con l’azienda. Realizziamo quindi incontri aperti alla società per sensibilizzare le persone sui temi delle aziende benefit, della sicurezza sul lavoro e altri ambiti trattati da Progesto, proponiamo Webinar gratuiti, e offriamo tempo per consulenze e supporto ad altri enti, associazioni di volontariato e amministrazioni pubbliche. Infine, ma motivo primario per fare tutto quello che facciamo, ci impegniamo a preservare l’ambiente e a fare in modo che la cultura del rispetto dell’ambiente si diffonda.
    #Siamotuttiindispensabili, lo ripetiamo spesso e so che anche voi credete in ciò che questo hashtag rappresenta. Chi sono gli indispensabili di Progesto?
    Sono i nostri lavoratori e collaboratori che ogni giorno creano valore con il loro impegno, sono i nostri clienti che scelgono di lavorare con aziende come la nostra che guardano oltre il solo profitto, sono i nostri fornitori, che ci consentono di lavorare bene e serenamente, siamo io e Marco Cattelan, i due soci di Progesto, che ci dedichiamo questo progetto con passione e costanza, sono le aziende che non ci scelgono perché si stimolano a fare sempre meglio.
    Progesto? Qualcuno mi ha chiesto che cosa significa: da dove arriva questo nome?
    Il termine Progesto è stato scelto con attenzione al tempo. È di derivazione latina e significa “portare in avanti”, racchiudendo quindi in un unico termine il nostro approccio nel lavoro. Quello che facciamo ogni giorno è di portare innovazione, di portare novità e sviluppo nelle aziende dove siamo chiamati a dare il nostro servizio.
    Quali sono le sfide che oggi, Progesto, sta affrontando? Qual è l’obiettivo che Progesto si è data nel lungo termine?
    Le sfide di oggi sono quelle che penso condividiamo con tutte le altre aziende e che potrei riassumere nell’impossibilità di fare programmazione a lungo termine. Viviamo in un momento storico in cui è tutto fluido e viene richiesta una grande capacità di seguire la corrente mantenendo saldi i propri valori e soprattutto la propria identità. Oltre a questo, siamo vivendo una fase di crescita per noi importante che richiede grande responsabilità verso proprio quelle persone di cui abbiamo tanto parlato prima e che ci impongono di fare scelte coraggiose ma allo stesso tempo ponderate.
    Nel lungo termine io e Marco abbiamo tanti obiettivi, è forse proprio questa la nostra forza, saper sognare in un periodo in cui i sogni sono spesso schiacciati dalle brutte notizie. Ma se mi forzi a dirti proprio un obiettivo nel lungo periodo, sicuramente ti direi che vorremmo essere riconosciuti dal mercato come l’azienda a cui appoggiarsi negli ambiti di nostra competenza per la nostra affidabilità e professionalità.
    Perché un cliente potenziale dovrebbe contattare Progesto? Quali obiettivi potrebbe raggiungere con Progesto al suo fianco?
    Le aziende che scelgono Progesto, scelgono i nostri valori, sanno pertanto che con noi hanno a disposizione una competenza tecnica costantemente aggiornata, un confronto che stimola innovazione. Noi cerchiamo le soluzioni migliori per ogni singolo cliente, non esiste uno standard, ogni azienda è una realtà a sé che va conosciuta e con la quale si costruire un rapporto di fiducia e di sviluppo concreto.  Crediamo nell’innovazione gentile, pertanto fondiamo il nostro approccio sul rispetto e sull’ascolto, senza precludere il dibattito costruttivo su criticità e problematiche che devono essere affrontate.  Quello che noi vendiamo è fiducia, idee e responsabilità.  
    Se oggi dovessi consigliare ad uno studente delle scuole superiori, come scegliere il percorso migliore per sé e per l’ingresso nel mondo del lavoro, cosa diresti?
    Senza dubbi gli direi di osare, non esistono errori nello studio e nel lavoro, si impara sempre qualcosa anche da una esperienza negativa.
    E nel momento di scegliere un lavoro, suggerirei di premiare le aziende che valutano il loro approccio, il loro modo di vedere le cose, non tanto le competenze. Le informazioni si imparano, ma il vero valore di una persona è il suo approccio alla vita.
    Marco Menoncello
    www.corefab.it

    Most Popular

    E se il vino sparisse? l’Italia perderebbe 1,1% del PIL

    Durante la 56esima edizione di Vinitaly, tenutasi a Verona, è stata presentata una ricerca che evidenzia l'importanza economica del settore vinicolo in Italia. L'analisi,...

    Ue, si valuta altro taglio dei tassi

    Christine Lagarde annuncia un probabile nuovo taglio dei tassi “se non ci sono shock”. "Stiamo osservando un processo disinflazionistico. Se si muove in linea con...

    Nutella: 60 Anni di Dolce Successo Globale

    Nel 1964, il panorama delle creme spalmabili fu trasformato radicalmente dall'introduzione di Nutella, opera di Michele Ferrero. Originaria di Alba, questa crema ha combinato...

    L’inversione della polemica: un emendamento in tema aborto pone ai ferri corti Roma e Madrid

    Parlare di aborto in Italia è come aprire il vaso di Pandora del dibattito pubblico italiano, anche se questa volta lo scontro ha assunto...

    Recent Comments