sabato, Maggio 18, 2024
More
    Home Prima pagina La crisi di autunno

    La crisi di autunno

    La crisi di autunno
    Le pesanti criticità determinate dalla crisi russo-ucraina e dal caro-energia stanno confermando le previsioni di un autunno molto caldo, con difficoltà all’orizzonte difficili da affrontare per imprese e famiglie italiane.
    Il segnale di questa recessione si erano già evidenziati questa estate, con una contrazione di quasi il 4% della spesa e un primo taglio ai consumi energetici del 2,6%.
    Con i prezzi in costante aumento i consumi si riducono. Questo è il leitmotiv di un autunno ancora ad alte temperature, ma a bassa capacità di spesa nei carrelli dei consumatori finali.
    Beni alimentari e energia sono i capitoli di spesa dove il taglio ha inciso maggiormente per la maggior parte delle famiglie italiane. E se, come sembra, il costo dell’energia è destinato a crescere ancora di molto, è prevedibile un ulteriore brusco rallentamento negli acquisti, visto che il potere di acquisto si indebolisce proporzionalmente ai rincari.
    L’effetto post Covid dei primi mesi del 2022 si è già azzerato; dopo sei mesi in cui la ritrovata libertà di circolazione aveva accresciuto i volumi di spesa in viaggi e ristorazione, l’attuale emergenza energetica ha ricreato un clima di forte preoccupazione e di necessari risparmi, facendo optare le famiglie italiane verso una spesa più mirata sui beni strettamente necessari.
    Questo è quanto emerge dalle recenti rilevazioni dell’Istat, l’istituto di ricerca che monitora l’andamento dei consumi in Italia. Siamo di fronte a una vera e propria spending review da parte delle famiglie alle prese con bollette in alcuni casi moltiplicate per quattro o cinque volte rispetto a meno di un anno fa.
    Anche da fonti Coldiretti si evidenzia questo dato tendenziale, nel quale si sottolinea con una certa preoccupazione il massiccio ricorso ai discount a discapito del consueto supermercato o negozio di vicinato.
    Allo stesso tempo si registrano i primi riflessi anche sull’energia: il report mensile sul sistema elettrico di agosto, pubblicato da Terna, evidenzia un calo del 2,6% su base annua dei consumi di imprese e famiglie.
    Di questo passo, senza interventi mitigatori l’economia italiana è condannata a entrare in una fase di forte recessione, visto che già l’effetto pandemia aveva generato una notevole contrazione dei consumi; contrazione che si sta ulteriormente accentuando da quando l’invasione russa dell’Ucraina ha avviato la crisi di forniture di gas a mezzo mondo.
    Un altro dato poco rassicurante è l’incremento del ricorso delle famiglie al credito per rateizzare gli impegni di spesa che riguarda non solo i mutui per l’acquisto della casa, ma anche l’acquisto di beni via internet che diversi operatori propongono già a rate mensili, nella speranza di contenere la flessione delle vendite.
    La preoccupazione è sempre più diffusa e il tenore di vita sembra essere destinato a ridursi, anche se con la propensione all’indebitamento si spera di contenere il disagio.
    Pietro Broccanello

    Most Popular

    Ferrari, un 2024 da record: consegne stabili, crescono gli utili

    Nel primo trimestre del 2024, Ferrari ha ottenuto risultati finanziari notevoli, segnando un incremento significativo sia nei profitti che nei ricavi. Il noto produttore...

    Space Festival 2024 a Torino: Un Incontro tra Scienza e Fantascienza

    A Torino è partita la terza edizione dello Space Festival, un evento unico nel suo genere che celebra l'esplorazione spaziale e il mistero cosmico....

    Ue, Pil italiano in crescita maggiore rispetto alle aspettative

    La Commissione europea ha rivisto in positivo le stime sulla crescita economica italiana, prevedendo un +0,9% del Pil rispetto al +0,7 precedentemente stimato. Pesa...

    Italia, l’economia cresce ma la povertà si attesta a “valori mai toccati in 10 anni”

    Secondo il Rapporto Annuale dell’Istat, dopo il crollo dovuto al Covid-19 nel 2020, la nostra economia ha continuato a crescere a un ritmo di...

    Recent Comments