Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
Ankara Escort
giovedì, Giugno 20, 2024
More
    Home Prima pagina VALTER ARICI, IL CEO DI CINEMA AZIENDA PRONTO A UN FILM SU...

    VALTER ARICI, IL CEO DI CINEMA AZIENDA PRONTO A UN FILM SU BRESCIA

    VALTER ARICI, IL CEO DI CINEMA AZIENDA PRONTO A UN FILM SU BRESCIA
    Brescia e Bergamo, Capitali della Cultura 2023 saranno al centro dellattenzione a partire dal nuovo anno. E la Leonessa si prepara al nuovo anno con un film dedicato a sé stessa. Rapporti di superficie” è il titolo del lungometraggio prodotto da Cinema Azienda. Oggi ne parliamo con Valter Arici, ceo di Cinema Azienda e produttore esecutivo di Rapporti di superficie.
    Valter, innanzitutto parlaci di te e di Cinema Azienda.
    Cinema Azienda, la società da me fondata, ha sede a Brescia, ed è inglobata nel cappello della CA Group (www.cagroup.it), la quale dispone di tre divisioni: la Consulting Associati, divisione di consulenza per imprese, con la quale stiamo lavorando molto per diffondere limportanza delle risorse messe a disposizione del PNRR; la Creativity Associati, area che si occupa di comunicazione, digital marketing e campagne pubblicitarie, ed infine, appunto, Cinema Azienda, nata dallidea di raggruppare i professionisti del cinema che si avvicinano a questo mondo. È un contenitore di creatori di contenuti, ciascuno con proprie competenze specifiche, che vanno dalla creazione di media per i social, a documentari, a vere e proprie produzioni cinematografiche.
    Com’è nata lidea di realizzare un film tutto bresciano?
    Il 2023 rappresenta una grande opportunità per Brescia, che non possiamo farci scappare. Il film, Rapporti di superficiedovrà diventare il film evento del 2023, attorno al quale costruiremo tantissimi micro eventi, da realizzare in città.
    Quale sarà la trama del film?
    Abbiamo vissuto due anni davvero particolari, nei quali abbiamo messo in discussione tutto, a partire dalla nostra normalità”. Rapporti di superficieracconta la reazione del bresciano al fatto che il mondo si sia bloccato. La vicenda si svolgerà in un vagone della metropolitana di Brescia, bloccata per 10 ore nella sua corsa, nelle quali i quindici passeggeri di estrazione sociale diversa – dal manager, allimprenditore, allinfermiera di una nota clinica cittadina, allimmigrato – dovranno sopravvivere e convivere. Raccontiamo il carattere di Brescia. Già il titolo rappresenta una metafora: i rapporti di superficie sono ciò che emerge, e sono spesso profondamente diversi e contrastanti rispetto al nostro stato danimo interiore. E la metropolitana, sotto il livello della superficie, rappresenta proprio questo. Altri collegamenti si possono trovare anche nei flashback che i protagonisti vivranno di volta in volta: linfermiera si ricorderà di aver già assistito la persona soccorsa nella metro, a seguito di una caduta in bici in piazza della Loggia, un forte parallelismo con lattentato occorso nel cuore della città nel 1974. Poi ovviamente c’è il tema della pandemia, che ci ha visti costretti a rimanere bloccati, chiusi negli spazi delle nostre abitazioni, senza poter fare nulla se non andare avanti.
    Dal punto di vista organizzativo, com’è iniziata la produzione?
    Siamo partiti da due registi ovviamente bresciani, Gabriele Donati e Michele Sirigu, con i quali collaboro da circa dieci anni per una serie di produzioni rivolte principalmente ad imprese, e dallo sceneggiatore Andrea Minoni, che ha scritto la storia e i dialoghi. Abbiamo condiviso lidea ed abbiamo iniziato a lavorare sul progetto. Non è facile mettere assieme due registi, ma la competenza di entrambi è un punto di forza. Da qui alla fine dellanno ci concentreremo sulla promozione del film per raccogliere fondi, e proseguiremo con la fase della pre-produzione.
    Poi quale sarà il lavoro?
    La realizzazione di un film consta di quattro fasi: la pre-produzione, la produzione, la post-produzione ed infine la distribuzione. Oggi siamo nella prima fase, dove ci occupiamo della ricerca del casting e della definizione della sceneggiatura definitiva, dei personaggi, degli attori, della troupe cinematografica e dei mezzi.
    Girare in metropolitana non sarà facile. Come avverranno le riprese?
    La produzione conterà quindici giorni di riprese sul set, verosimilmente a partire da gennaio, dietro lautorizzazione ufficiale del Comune. Poi stiamo valutando se sarà meglio girare in una carrozza di scorta, allestita a set, oppure allestire tutto direttamente in teatro. Allesterno gireremo solamente i flashback di cui parlavo.
    Quando potremo vedere il film?
    Contiamo di distribuire la versione definitiva in tarda primavera. Poi come ho detto, il film rappresenterà un evento corredato da altri micro eventi che possiamo allestire nelle piazze principali, ad esempio con piccoli set cinematografici dove poter girare alcune interviste ai cittadini e scattare delle foto ritratto da collocare in metropolitana. Abbiamo un compito, quello di lasciare un segno nel 2023.
    Grazie.
    Andrea Valsecchi

    Most Popular

    IA, il futuro per il settore auto

    I sistemi di intelligenza artificiale, si sa, stanno acquisendo un ruolo sempre più centrale in diversi settori economici. Tra questi quello dell’automotive è in...

    Fondazione Comunitaria Nord Milano: 360mila euro assegnati a 44 progetti del territorio

    75 i progetti pervenuti nell’ambito dei tre bandi promossi dalla Fondazione. Al centro delle iniziative proposte la persona con le sue fragilità, cultura ed...

    UE, Massimiliano Salini (Forza Italia) eletto vicepresidente del Gruppo PPE

    L’eurodeputato è tra i dieci vicepresidenti eletti stamane nell’ambito del rinnovo delle cariche del Gruppo PPE che ha riconfermato alla guida Manfred Weber, eletto...

    Prima Edizione del premio “Marco Casavecchia”: un riconoscimento per giovani talenti nel ricordo di un maestro del diritto

    Il 18 giugno, a Torino, si è tenuta la cerimonia di assegnazione del primo premio dedicato alla memoria dell'avvocato Marco Casavecchia, scomparso nell'ottobre del...

    Recent Comments