11.5 C
Milano
venerdì, 4 Dicembre, 2020
Home Economia …Rincorrendo Covid-19…

…Rincorrendo Covid-19…

…Rincorrendo Covid-19…

Proseguendo con il nostro ultimo intervento in tema di  decreto “Ristori bis” (D.L. n. 149/2020) dal medesimo titolo di Rincorrendo Covid 19

°°°°°°°°°

 versamenti di novembre per iva e ritenute sul lavoro dipendente

–   le rispettive sospensioni sono differenziate in base alle attività oggetto di limitazione nelle varie aree del territorio nazionale.

Tale agevolazione si aggiunge a quella già in atto e riguarda i versamenti che scadono nel mese di novembre 2020 relativi:

– all’IVA;
– alle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati- alle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale IRPEF, operate in qualità di sostituti d’imposta.

Per quanto riguarda l’IVA, rientrano nella sospensione: –  il versamento relativo al mese di ottobre e quello relativo al trimestre luglio-settembre (scadenza il 16 novembre) – il versamento in scadenza a fine novembre relativo all’imposta dovuta sugli acquisti intracomunitari e da soggetti non residenti, da parte degli enti non commerciali e dei produttori agricoli esonerati.

I soggetti interessati:

i soggetti che esercitano le attività economiche sospese per effetto del DPCM 3 novembre 2020, aventi domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in qualsiasi area del territorio nazionale, (attività di spettacolo, discoteche, sale giochi e scommesse, palestre, piscine, centri benessere e termali, musei, e mostre, convegni, congressi e eventi).

I soggetti che esercitano le attività dei servizi di ristorazione che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nelle aree territoriali ad alto rischio pandemico: zone “arancione” e “rosse”.

I soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nelle “zone rosse” e appartenenti ai settori economici individuati nell’Allegato 2 del DL “149/2020” ( quali le varie attività di commercio al dettaglio non alimentare, i grandi magazzini, gli empori e  altri negozi non specializzati di vari prodotti non alimentari, del commercio al dettaglio ambulante di prodotti alimentari e non, degli istituti di bellezza e dei servizi di cura degli animali da compagnia (esclusi i servizi veterinari), nonché quelli che esercitano l’attività alberghiera, l’attività di agenzia di viaggio o quella di tour operator.

I versamenti sospesi in esame dovranno essere effettuati (senza applicazione di sanzioni e interessi): – in un’unica soluzione entro il 16 marzo 2021;
– oppure mediante rateizzazione fino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 marzo 2021.

Per le   zone con classificazione “arancione” o “rossa” la sospensione è riconosciuta per i mesi di novembre e dicembre.

°°°°°°°°°

credito d’imposta sugli affitti commerciali:

per le imprese che operano nelle aree ad alto rischio (le cd. zone rosse) è stato approvato un credito d’imposta sugli affitti commerciali cedibile al proprietario dell’immobile locato pari al 60% dell’affitto per ciascuno dei mesi di ottobre, novembre e dicembre.

Il beneficio, inoltre, continua ad essere riconosciuto su tutti gli immobili strumentali per destinazione, indipendentemente dalla categoria catastale.

Sono agevolati i canoni relativi a:

– contratti di locazione immobiliare ad uso non abitativo

contratti di leasing immobiliare operativo

– contratti di affitto d’azienda

contratti di servizi a prestazioni complesse (es. condivisione spazi attrezzati).

La misura del credito è stabilita in relazione ad ogni fattispecie contrattuale:

60% del canone dovuto in base al contratto di locazione o di leasing;

30% del canone dovuto in base al contratto di affitto d’azienda o di servizi a prestazioni complesse;

50% del canone dovuto in base al contratto di affitto d’azienda stipulato dalle strutture turistico ricettive.

Sempre per queste attività che operano nelle zone di caratterizzate di massima intensità pandemica e che hanno diritto al nuovo contributo a fondo perduto è prevista la cancellazione della seconda rata Imu, a condizione che i proprietari dell’immobile siano anche gestori delle attività.

°°°°°°°°°

Nei confronti dei soggetti che esercitano attività economiche in zona rossa, per le quali sono stati approvati gli ISA, è stata disposta la proroga al 30 aprile 2021 del pagamento della seconda o unica rata dell’acconto di Ires e Irap.

Bonus baby sitter: i genitori lavoratori, i cui figli sono interessati alla sospensione delle attività scolastiche, hanno diritto ad un bonus da 1.000 euro e al congedo straordinario con il riconoscimento di un’indennità pari al 50 per cento della retribuzione mensile se sono subordinati.

Dott. Giacomo Dino Trinchera

giacomo@studiotrinchera.com

Most Popular

Ritorna la coltivazione della terra, una risorsa da non dimenticare

Persone occupate in altri settori in difficoltà, riprendono la coltivazione dei terreni ereditati dai genitori, abbandonati da qualche tempo   Marino Zamboni ha ereditato il mulino...

Da oggi in vigore il nuovo dpcm

Il dpcm natalizio introduce delle novità per quanto riguarda gli spostamenti, i centri commerciali, i cenoni e la scuola. Da oggi, venerdì 4 dicembre, è...

Covid, formazione in campo contro la crisi del lavoro

L’istat ha pubblicato i dati relativi al mercato del lavoro: 473 mila occupati in meno rispetto al 2019 e + 30% del tasso di...

Fiera Digitale del Network: la prossima frontiera del Circolo delle Imprese

Come affrontiamo il Covid dice molto di noi. Il Circolo delle Imprese ha deciso di combattere, lo ha deciso dal primo giorno. Il come è...

Recent Comments