11.5 C
Milano
venerdì, 4 Dicembre, 2020
Home Economia Bonus bici: sito in tilt durante il click day

Bonus bici: sito in tilt durante il click day

Il sito predisposto dal ministero dell’Ambiente per la richiesta del bonus bici è andato in tilt dopo pochi minuti dall’avvio.

Il click day previsto per ottenere il bonus bici non è andato particolarmente bene e il motivo principale riguarda l’architettura digitale predisposta che non ha funzionato a dovere. Lo stesso ministro dell’Ambiente si era sentito in dovere di rassicurare che tutto sarebbe andato bene ma alla fine così non è stato.

Dopo pochi minuti dall’avvio del sito www.buonomobilità.it alle ore 9, la pagina non era raggiungibile. Poi ha ripreso a funzionare ma con continui stop e riavvii. Ma questo era solo il primo ostacolo. Una volta riusciti ad accedere, gli utenti potevano vedere a che punto era la coda digitale che spesso contava diverse decine di migliaia di persone. Quando finalmente la coda si esauriva, a quel punto si avevano 20 minuti di tempo per inserire lo Spid nel sito di Poste Italiane il quale tuttavia risultava a sua volta irraggiungibile. Insomma, un disastro.

L’insorgere di questi problemi ha generato ovviamente una polemica sui social che ha indotto il ministero dell’Ambiente a pubblicare una nota nel pomeriggio del 3 novembre in cui si prendeva consapevolezza che “la partenza è stata in salita con il portale che sta ancora funzionando a rilento”. Il ministro Costa ha sottolineato che “ci sono stati dei problemi, collegati a diversi fornitori del sistema di autenticazione Spid, dovuti principalmente a un affollamento in contemporanea, che, come mi ha personalmente riferito Sogei, è andato ben oltre tutte le aspettative”. Il comunicato si concludeva con l’invito rivolto a tutti i cittadini a mantenere la calma perché “tutti coloro che hanno una fattura o uno scontrino parlante al 2 novembre e coloro che prenoteranno un voucher anche nei prossimi giorni saranno rimborsati. Nessun cittadino sarà lasciato indietro”.

Alle ore 15 erano stati generati 18.909 buoni e finalizzate 46.101 richieste di rimborso. Valori che alle 19:30 erano cresciuti secondo i dati riportati da Sogei, la società del Ministero delle’Economia che gestisce il portale, arrivando a 35.714 buoni e 68.556 rimborsi richiesti per un totale di 104mila persone. La giornata si è terminata con il ministro Costa che su facebook ci ha tenuto a specificare l’affluenza record “di 3000 persone al minuto. Nessuno, neanche chi gestisce questi servizi ed è abituato ad affluenze record, poteva immaginarlo. E quindi, numerosi problemi da risolvere, tra cui la lentezza del sistema e, in alcuni casi, dover ricominciare daccapo dopo lunghe attese. Nel pomeriggio ho sentito l’amministratore delegato di Sogei e quello di Poste, con i quali sono in continuo e costante contatto, per far affrontare con prontezza questi problemi. A tutti dico: collegatevi con calma, anche i prossimi giorni. Abbiamo risorse a sufficienza per tutti. Non serve fare corse: appostiamo anche ulteriori risorse”. Augurandosi che il sistema funzioni meglio nei prossimi giorni, rimane il dubbio su un governo che promuove a gran voce la necessità di digitalizzare il Paese e poi non è in grado di assicurare il corretto funzionamento di un sito web.

Simone Fausti

Most Popular

Ritorna la coltivazione della terra, una risorsa da non dimenticare

Persone occupate in altri settori in difficoltà, riprendono la coltivazione dei terreni ereditati dai genitori, abbandonati da qualche tempo   Marino Zamboni ha ereditato il mulino...

Da oggi in vigore il nuovo dpcm

Il dpcm natalizio introduce delle novità per quanto riguarda gli spostamenti, i centri commerciali, i cenoni e la scuola. Da oggi, venerdì 4 dicembre, è...

Covid, formazione in campo contro la crisi del lavoro

L’istat ha pubblicato i dati relativi al mercato del lavoro: 473 mila occupati in meno rispetto al 2019 e + 30% del tasso di...

Fiera Digitale del Network: la prossima frontiera del Circolo delle Imprese

Come affrontiamo il Covid dice molto di noi. Il Circolo delle Imprese ha deciso di combattere, lo ha deciso dal primo giorno. Il come è...

Recent Comments