11.5 C
Milano
mercoledì, 30 Settembre, 2020
Home Politica Scuola: le linee guida dell’ISS sui contagi in classe

Scuola: le linee guida dell’ISS sui contagi in classe

Scuola: le linee guida dell’ISS sui contagi in classe

Con un certo ritardo l’ISS ha pubblicato le linee guida contro il coronavirus per la scuola.

Il ministero della Salute e l’Istituto superiore di sanità hanno finalmente pubblicato le linee guida per la gestione di eventuali contagi in ambito scolastico. L’elemento più rilevante è che in caso un alunno risulti positivo al coronavirus non scatterà automaticamente la quarantena per l’intera classe ma verrà valutato caso per caso.

Nessun obbligo stringente dunque ma solamente alcune indicazioni su come adeguare i comportamenti quotidiani a scuola. Anzitutto dovrà essere individuato un referente scolastico per il Covid-19 che riceverà una particolare formazione e probabilmente sarà responsabile del registro di eventuali contatti tra alunni e personale scolastico.

Le linee guida dell’ISS prevedono anche la collaborazione attiva delle famiglie le quali dovranno misurare ogni giorno la temperatura ai figli. Un punto su cui è tornato anche il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, la quale, in un’intervista rilasciata ad Oggi, ha aggiunto che l’obiettivo del governo è quello di rafforzare «il rapporto Scuola-Sistema sanitario. Ci saranno referenti nei presidi medici territoriali che supporteranno le scuole per la gestione degli aspetti sanitari. Non lasciamo soli i dirigenti scolastici, abbiamo anche attivato un help desk».

In caso di contagio accertato tuttavia, l’ISS non prevede alcun obbligo automatico ma sarà competenza dell’Asl territoriale a decidere come agire. Ovviamente l’imposizione di una quarantena per la classe e gli insegnanti coinvolti comporterebbe il ritorno alla didattica a distanza. Tra le varie opzioni disponibili, l’Asl può decidere di inviare unità mobili per eseguire tamponi in tutta la struttura.

Nel frattempo permane una certa preoccupazione per la ripresa nazionale dei contagi che impedisce al governo di esprimersi con certezza sulla riapertura delle scuole prevista per il 14 settembre. La stessa Azzolina ha sottolineato la volontà di riaprire le scuole «ma anche di evitare che richiudano. Stiamo facendo i salti mortali e lavoriamo da settimane per questo obiettivo».

Simone Fausti

Most Popular

Il numero uno del Cio contro la riforma dello sport: non rispetta la Carta Olimpica

Forti le preoccupazioni per il funzionamento del Coni. Dubbi anche sulle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026. Spadafora: “Se per Bach l’autonomia del Comitato olimpico in...

Il manager o il venditore perfetto.         

Esiste il manager o il venditore perfetto?   Ci sono innumerevoli teorie riguardo al segreto per raggiungere la perfezione.   La maggior parte di esse sono fondate sul...

Piano cashless: minimo 50 operazioni per il 10% del cashback

Il piano "Italia Cashless" si arricchisce di strumenti per incentivare il ricorso ai pagamenti elettronici.   Il governo è all'opera per definire il piano cashback finalizzato...

Assunzione straordinaria 32.000 insegnanti

Dal 22 ottobre a metà novembre verranno assunti 32 mila insegnanti (precari con tre anni di servizio), dopo l’insuccesso delle 66 mila assunzioni a...

Recent Comments