11.5 C
Milano
mercoledì, 30 Settembre, 2020
Home Lombardia Formarsi per resistere

Formarsi per resistere

Riceviamo e pubblichiamo questo interessante articolo su come formarsi per resistere.

Quest’ultimo periodo ci sta mettendo tutti a dura prova. Eppure dobbiamo resistere.
A breve sarà necessario essere più che mai informati e competenti per ri-pensare le nostre Aziende e per avere i maggiori risultati, nel più breve tempo e con la maggior qualità possibile.

La FORMAZIONE del PERSONALE giocherà un ruolo fondamentale, soprattutto quella non obbligatoria ma indispesabile per accellerare lo Sviluppo Aziendale.
Noi ci crediamo molto e vogliamo dare il nostro contributo per azzerarne le spese.

Ecco alcune ottime proposte. Sentiamoci senza impegno! È necessario coglierle ORA per poterne usufruire dopo settembre.
Per tutte le Aziende in Regione Lombardia

FORMAZIONE FINANZIATA verosimilmente dopo settembre.
Argomenti legati alle competenze tecniche, smartworking, utilizzo di software, Social, ecc. (no formazione obbligatoria).
Aule da almeno 6 persone, percorso formativo da almeno 40 ore.
Possibilità di organizzare corsi interaziendali (con più aziende interessate anche solo per un dipendente)

Per tutte le aziende che aderiscono a Fondimpresa

FORMAZIONE FINANZIATA verosimilmente dopo settembre
Argomenti legati alle competenze tecniche, smartworking, utilizzo di Software, Social, ecc. (no formazione obbligatoria).
Aule da almeno 4 persone, percorso formativo da almeno 40 ore.
NESSUN vincolo se si cambia idea, NESSUN anticipo economico, NESSUN costo fisso di progettazione e rendicontazione (a differenza di come funziona di solito).

Per tutte le Aziende che hanno almeno un dipendente

FORMAZIONE AZIENDALE FINANZIATA in parte o al 100%, attraverso i Fondi Paritetici Interprofessionali, completamente gratuiti!
Tutte le Aziende versano all’INPS il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”: lo 0.30% di ogni cedolino è gestito dall’INPS per le politiche passive del lavoro.
Da alcuni anni è possibile scegliere di versare questo 0,30% ad un Fondo Interprofessionale, garantendosi in questo modo la possibilità di utilizzare quanto versato per finanziare la formazione dei propri dipendenti, spesso azzerandone così i costi.
Aderire ad un Fondo Interprofessionale è molto semplice, veloce e non comporta oneri aggiuntivi ne’ alcun tipo di vincolo verso il fondo: le quote versate sono recuperate come formazione in modo del tutto gratuito. Spesso tra l’altro si può beneficiare di un importo molto più alto di quanto versato. Diverse aziende infatti non colgono questa opportunità e, dopo tre anni di versamenti non utilizzati, parte della loro quota è messa a disposizione delle aziende più attive e dinamiche.
I corsi possono essere svolti presso la propria sede o qualsiasi altra sede idonea. Date, tempi, docenti, numero di partecipanti e argomenti (compreso la formazione obbligatoria in ambito Salute e Sicurezza) possono sempre essere concordati e personalizzati, purchè decisi in fase progettuale.

Per cogliere queste opportunità o per qualsiasi dubbio siamo con piacere a disposizione!

Samantha Zintu
Responsabile Divisione ForMaTeam

Most Popular

Guardarsi allo specchio per rafforzare la leadership

Guardarsi allo specchio per rafforzare la leadership   Sandra Paserio, consulente del lavoro, business coach e consulente strategico, racconta la storia di un imprenditore, Gianni, che...

Scuola: ci sono i banchi nuovi ma i docenti scarseggiano

Ad Arconate, nel milanese, il comune noleggia due tensostrutture per ospitare gli alunni in attesa dei nuovi banchi. Docenti “volontari” per garantire il tempo...

Ipotesi sgravi al 100% per chi assume giovani a tempo indeterminato

Sei miliardi per le assunzioni. In ballo lo smantellamento del decreto dignità   Il Governo, su spinta del PD e Italia Viva, starebbe studiando uno sgravio...

Reddito di cittadinanza: platea di 1,2 milioni di persone ma solo 200mila offerte dai navigator

Dopo quasi due anni dal lancio del reddito di cittadinanza, i risultati sono poco incoraggianti. Il movimento cinque stelle è arrivato nella stanza dei bottoni...

Recent Comments