11.5 C
Milano
sabato, 26 Settembre, 2020
Home Piemonte CONFINDUSTRIA E UNIONE INDUSTRIALE: “GRANDE PREOCCUPAZIONE SULLA SITUAZIONE DEL COMPARTO E DEL...

CONFINDUSTRIA E UNIONE INDUSTRIALE: “GRANDE PREOCCUPAZIONE SULLA SITUAZIONE DEL COMPARTO E DEL MERCATO AUTOMOBILISTICO PIEMONTESE”

Confindustria:Colpiti al cuore della nostra capacità ed eccellenza produttiva”

Il mondo industriale piemontese, Confindustria in testa, lancia un allarme corale sulla situazione del comparto trainante dell’industria piemontese. In Piemonte, infatti, nellautomotive operano circa 750 imprese, pari al 35% dellintero comparto in Italia, con circa 70 mila occupati diretti e indiretti. La metalmeccanica rappresenta circa il 60% dellexport piemontese. Il fatturato prima del Covid-19 era il 40% di quello totale italiano del settore.

Secondo il presidente di Confindustria Piemonte, Fabio Ravanelli, “i primi dati sugli effetti dello stop imposto dallemergenza coronavirus sono drammatici e colpiscono la nostra regione al cuore della sua capacità ed eccellenza produttiva, la filiera legata all ‘automotive. Per assicurare un futuro alle migliaia di lavoratori e centinaia di imprese che operano in questo settore ribadiamo pertanto la necessità di definire al più presto un orizzonte di rilancio, un piano concertato con tempi e misure certe ed efficaci, per minimizzare le perdite e sostenere le nostre aziende nella ripartenza dopo la crisi”. Anche per il presidente dell’Unione Industriale di Torino, Dario Gallina, “è fondamentale riaprire le fabbriche il prima possibile per evitare drammatiche crisi di liquidità alle nostre aziende, con effetti irreversibili per il futuro del Paese. Le riaperture dovranno avvenire allinsegna di ogni possibile garanzia di sicurezza per i nostri collaboratori, in quanto noi per primi siamo interessati alla tutela della loro salute”.

All’appello di Gallina e Ravanelli segue anche quello del numero uno dell’Amma, Giorgio Marsaj: “Oggi dobbiamo pensare prima di tutto alla sopravvivenza delle nostre aziende e al mantenimento delloccupazione, che già prima della pandemia raggiungeva livelli preoccupanti, in particolare tra i giovani. Come fecero gli americani dopo Pearl Harbour, anche noi sapremo risollevarci e vincere questa durissima guerra contro il coronavirus e i suoi effetti sulla nostra industria”.

Michele Giordano

Most Popular

Superbonus: nasce il mercato digitale

Con il coinvolgimento di diverse realtà, prende piede il mercato digitale per negoziare i crediti fiscali.   Il superbonus diventa realtà. Nasce infatti il mercato digitale...

Milano: il sindaco Sala annuncia occupazione suolo gratis oltre il 31 ottobre

La decisione di ampliare gli spazi esterni in uso agli esercizi commerciali era nata come misura a sostegno di bar e ristoranti. Critici i...

Disoccupazione globale alle stelle

L’OIL prevede 213 milioni di disoccupati entro fine anno   L’Organizzazione Internazionale del Lavoro stima che entro la fine di quest’anno la disoccupazione in tutto il...

Co-working, trinamica e addizioni.

Una strada per interpretare le nuove necessità professionali.   Partiamo dalla proprietà commutativa delle addizioni. Se cambio l’ordine degli addendi la somma (o il risultato) non...

Recent Comments