11.5 C
Milano
mercoledì, 30 Settembre, 2020
Home Lombardia La fantasia dei “furbetti” degli spostamenti

La fantasia dei “furbetti” degli spostamenti

Viaggio in Lombardia tra le scuse più improbabili dei furbetti degli spostamenti. È Mantova la provincia più creativa.

Controlli serrati, droni e militari dell’Esercito non frenano la caparbietà di alcuni furbetti di accampare le scuse più improbabili pur di uscire dal proprio domicilio, noncuranti della stretta sulle misure di contenimento del contagio adottate dal Governo.

È Mantova a classificarsi come la provincia più “virtuosa” sotto quest’aspetto. Solo nello scorso week end sono state denunciate 16 persone, tra i Comuni di Viadana, Castellucchio, Pomponesco e Gazzuolo, sorprese dai Carabinieri ad aggirarsi senza alcun valido motivo per le vie cittadine. Tra queste un 41enne che, fermato per il controllo, ha candidamente spiegato ai militari dell’Arma di essere uscito di casa per leggere i necrologi esposti nella piazza principale del paese. Ma c’è chi ha fatto di meglio, come il 32enne sorpreso a pescare a bordo di una barca sul canale Navarolo, in barba alle limitazioni sugli spostamenti imposte dal decreto. La terra dei Gonzaga è foriera di altri creativi, tra cui il gruppo di ragazzi che ha ideato un aperitivo bucolico in alternativa allo spritz nella movida cittadina. Iniziativa carina, non fosse per il Coronavirus. I 9 giovani, tutti tra i 20 e i 28 anni, si sono dati appuntamento lungo una strada sterrata in aperta campagna per consumare birra in compagnia, un gesto innocuo – dal loro punto di vista – motivato esclusivamente dalla voglia di stare insieme. Questo è quanto hanno spiegato ai Carabinieri, senza accampare troppe scuse e dicendosi oltretutto perfettamente consapevoli dell’emergenza sanitaria, prova ne sia che alcuni di loro indossavano anche le mascherine.

Poi ci sono i recidivi, capaci di guadagnarsi ben 4 denunce nell’arco di pochi giorni. Ma si tratta di chi è avvezzo ad infrangere le regole, nello specifico due giovani pregiudicati sorpresi questa volta a bivaccare nel centro di Mantova. La cronaca della terra dei Gonzaga riporta anche altri aneddoti, dalle passeggiate romantiche dei fidanzati, al 60enne determinato a raggiungere il tennis club per un allenamento, fino all’egiziano che si è spostato dal comune della provincia fino a Mantova per acquistare prodotti etnici irreperibili altrove.

Ma non mancano episodi degni di nota anche in altre zone del territorio lombardo. In Brianza, ad esempio, uno spacciatore si è camuffato da runner sperando di passare inosservato mentre si aggirava all’interno di un parco – probabilmente ignaro dell’interdizione delle aree verdi disposte dagli ultimi provvedimenti – in cerca di clienti. C’è poi chi si è appellato alla carenza di lavoro determinata dall’emergenza, tentando così di giustificare alla Polizia il quantitativo di cocaina, destinato allo spaccio, che gli agenti gli avevano trovato addosso durante il controllo.

E per finire gli escursionisti. Nonostante i divieti, tre amici appassionati di alpinismo non hanno saputo resistere al fascino delle vette della Valmalenco e si sono avventurati in un’escursione. Uno di loro è però scivolato in un dirupo, rendendo così necessario l’intervento del soccorso alpino per poterlo trarre in salvo. La gita si è quindi conclusa con una denuncia per violazione delle misure di contenimento del contagio.

Micol Mulè

Most Popular

Guardarsi allo specchio per rafforzare la leadership

Guardarsi allo specchio per rafforzare la leadership   Sandra Paserio, consulente del lavoro, business coach e consulente strategico, racconta la storia di un imprenditore, Gianni, che...

Scuola: ci sono i banchi nuovi ma i docenti scarseggiano

Ad Arconate, nel milanese, il comune noleggia due tensostrutture per ospitare gli alunni in attesa dei nuovi banchi. Docenti “volontari” per garantire il tempo...

Ipotesi sgravi al 100% per chi assume giovani a tempo indeterminato

Sei miliardi per le assunzioni. In ballo lo smantellamento del decreto dignità   Il Governo, su spinta del PD e Italia Viva, starebbe studiando uno sgravio...

Reddito di cittadinanza: platea di 1,2 milioni di persone ma solo 200mila offerte dai navigator

Dopo quasi due anni dal lancio del reddito di cittadinanza, i risultati sono poco incoraggianti. Il movimento cinque stelle è arrivato nella stanza dei bottoni...

Recent Comments