11.5 C
Milano
giovedì, 24 Settembre, 2020
Home Lombardia Fuga dall’ospedale S. Anna di Como: protagonista un 71enne positivo al Covid19

Fuga dall’ospedale S. Anna di Como: protagonista un 71enne positivo al Covid19

Per l’uomo scatta la denuncia per inosservanza del provvedimento dell’autorità giudiziaria. A rischio contagio il taxista che l’ha riportato a casa dopo la fuga.

Sarà stata la paura di rimanere confinato in un reparto per infettivi o forse la nostalgia di casa, non è ben chiaro quello che ha spinto un arzillo – e incosciente – 71enne di Casnigo a mettere in atto la fuga dall’ospedale nel quale era ricoverato a causa della positività da Covid19.

L’uomo, originario della Val Gandino nella bergamasca – ormai altro centro fortemente colpito dal virus – era ricoverato da sabato scorso nella struttura ospedaliera S. Anna di San Fermo della Battaglia nel reparto di malattie infettive, insieme ad altri pazienti positivi ai tamponi per Coronavirus. Secondo l’anziano, evidentemente, i sintomi non giustificavano il suo isolamento e soprattutto la permanenza all’interno di una struttura ospedaliera così, non curante del suo stato di salute e del rischio di contagio cui avrebbe sottoposto eventuali altre persone, ha pensato bene di darsi alla macchia con un piano ben congegnato.

Nella mattinata di lunedì ha atteso il primo passaggio degli operatori sanitari per verificare le sue condizioni di salute, dopodiché ha raccolto le sue cose, si è preparato di tutto punto e con astuzia ha eluso la sorveglianza, presentandosi al di fuori della struttura ospedaliera dove ad attenderlo c’era un ignaro taxista -precedentemente contattato dal 71enne – pronto a portarlo a destinazione presso il suo domicilio. Un viaggio di oltre un’ora, dalla provincia di Como a quella di Bergamo, chiuso nello stesso abitacolo con il conducente del taxi che ora, suo malgrado, è costretto in quarantena con un evidente rischio di contagio e una perdita economica altrettanto significativa per tutte le giornate di mancato lavoro da qui ai prossimi 14 giorni.

Nel frattempo in ospedale, al consueto giro di visite, i sanitari si sono resi conto della scomparsa dell’anziano provvedendo immediatamente a dare l’allarme alle Forze dell’Ordine, che in breve sono riuscite a rintracciare il fuggitivo nella sua abitazione a Casnigo.

La bravata dell’uomo non sarà priva di conseguenze, per lui è scattata una denuncia per inosservanza del provvedimento di autorità giudiziaria cui eventualmente potrà aggiungersi quella per epidemia colposa. Non solo, lo stesso taxista potrebbe rivalersi sul 71enne per il mancato guadagno a seguito della quarantena cui si è dovuto sottoporre. Ora, a fuga conclusa, l’uomo è stato ricondotto presso una struttura ospedaliera per proseguire il periodo di isolamento, con la speranza che il suo gesto irresponsabile non abbia causato un’ulteriore diffusione del contagio.

Micol Mulè

Most Popular

Superbonus 110%: il problema delle offerte sul web

Su internet fioccano gli annunci di aziende specializzate in riqualificazione energetica degli immobili, ma gli utenti stanno incontrando alcuni problemi.   La costituzione del superbonus ristrutturazione...

Made in Italy, la strategia per la ripresa

La Milano Fashion Week si apre con pochi buyer e turisti stranieri. Capasa: per il settore si prospetta un calo tra il 25 e...

Lettera dall’UE: specificare piani di spesa del Recovery Fund

Patto di stabilità sospeso anche nel 2021. Gentiloni invita l’Italia ad elaborare strategie e programmi per superare la crisi   La Commissione europea ha inviato una...

A Dairago e Villa Cortese la Bcc resta l’unico sportello bancario

I commercianti lanciano la campagna «Stai con chi ti resta vicino»   Dopo la decisione di Banca Intesa di razionalizzare gli sportelli bancari nell'Altomilanese e di...

Recent Comments