venerdì, Aprile 19, 2024
More
    Home Lombardia A Baranzate il cuore produttivo della mobilità elettrica

    A Baranzate il cuore produttivo della mobilità elettrica

    Eurogroup Laminations punta alla conquista dei mercati internazionali grazie alle potenzialità della transizione dai motori tradizionali a quelli elettrici partendo da Baranzate.

    Pulsa a Baranzate, nell’hinterland milanese, il cuore produttivo degli statori e rotori per motori elettrici. Partito come settore di nicchia, ora con la transizione dai motori tradizionali a quelli elettrici, si sta configurando come comparto dalle potenzialità esplosive. Ne sa qualcosa Eurogroup Laminations, attiva nei principali mercati internazionali, che sta acquisendo nuove e determinanti commesse diventando leader tra i fornitori di riferimento per le maggiori case automobilistiche mondiali impegnate nella sfida dell’elettrico.

    Operativa a ciclo continuo, la sede di Baranzate di Eurogroup Laminations ha adeguato la produzione alle richieste di un mercato in continua espansione. Inevitabile, considerando l’entità delle commesse già acquisite da qui a sei anni che sfiorano 1,5 miliardi di euro – di cui circa la metà da Volkswagen – complici le stime previsionali del gruppo tedesco che ipotizzano il superamento dei 5 milioni di veicoli elettrici nella finestra 2020-26.

    Un ruolo centrale nel settore che Eurogroup Laminations ha conquistato sul campo, con un 2019 che si è chiuso “firmando” il 25% degli equipaggiamenti delle vetture elettriche prodotte nel corso dell’anno, con i propri componenti. Questi ultimi ora valgono un terzo dei ricavi dell’azienda, che si attestano sui 410 milioni di euro per il 2019, raddoppiati dal 2014 e pronti a raggiungere gli 800 milioni di euro come obiettivo per il 2026.

    Quel che è certo è che la linea d’investimento dell’azienda sposa la domanda in continua crescita del settore, con 125 milioni di euro messi a disposizione da qui ai prossimi 5 anni che si vanno ad aggiungere ai 100 milioni già investiti nel lustro precedente nell’ottica di ampliare la capacità produttiva, non solo italiana ma anche estera. Questo perché la strategia aziendale prevede che la partita vada giocata a livello globale, con l’obiettivo di potersi proporre come partner a colossi automobilistici quali General Motors, Volkswagen e Ford e agguantare una fetta di mercato mondiale del 20%.

    Nel frattempo Eurogroup Laminations lavora sull’ampliamento degli spazi destinati alla produzione, con l’acquisizione di un’area da 90mila mq adiacente alla sede di Baranzate, di cui 3500mq saranno resi produttivi nel corso del 2021. Non di meno sul fronte dell’organico, che verosimilmente potrebbe incrementare i 1000 operatori italiani con l’aggiunta di 70 unità già nel corso del 2020.

    Una strategia ben pianificata che strizza l’occhio a piazza Affari, forte della conquista da parte dell’azienda di ulteriori volumi sui mercati asiatici – parallelamente a quelli statunitensi e indoor – che porterebbe l’ossigeno necessario ad alimentare le prospettive di crescita della società.

    Micol Mulè

    Most Popular

    L’inversione della polemica: un emendamento in tema aborto pone ai ferri corti Roma e Madrid

    Parlare di aborto in Italia è come aprire il vaso di Pandora del dibattito pubblico italiano, anche se questa volta lo scontro ha assunto...

    Trasporto aereo in Italia nel 2023: crescita e preferenze passeggeri

    Nel 2023, il settore del trasporto aereo in Italia ha vissuto un forte incremento, registrando un totale di 197 milioni di passeggeri, un aumento...

    Nasce il “Museo Inclusivo”: un viaggio nell’arte e nella creatività per persone con autismo

    L’iniziativa promossa dall’ufficio Servizi educativi e accessibilità del Castello Sforzesco e dall’Associazione “Portami per mano Onlus”, in collaborazione con la società Ad Artem. In una...

    Un nuovo paradigma per l’Europa: Il discorso di Draghi

    Nel cuore dell'Europa, a La Hulpe in Belgio, Mario Draghi ha delineato una visione rinnovata per il futuro dell'Unione. Durante la High-level Conference sui...

    Recent Comments