Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
Ankara Escort
1xbet
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com

1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com

1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
betforward
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co

betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co

betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
deneme bonusu veren bahis siteleri
deneme bonusu
casino slot siteleri/a>
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Cialis
Cialis Fiyat
deneme bonusu
padişahbet
padişahbet
padişahbet
deneme bonusu 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet 1xbet untertitelporno porno
domenica, Luglio 14, 2024
More
    Home Prima pagina Rincari, +480 euro per le famiglie rispetto a un anno fa

    Rincari, +480 euro per le famiglie rispetto a un anno fa

    Rincari, +480 euro per le famiglie rispetto a un anno fa
    Secondo Federconsumatori le famiglie si apprestano a spendere circa 480 euro in più al mese rispetto all’autunno dello scorso anno. È questo quanto emerge dalle previsioni pubblicate dall’Osservatorio nazionale. Rispetto ad un anno fa, infatti, la spesa media si attesterebbe a 2.924,70 euro, ma se si considerano anche le spese per alimentazione e carburanti, il totale ammonta a 5.104,90, ossia un balzo di circa il 10% sullo scorso anno. Le bollette di luce e gas ma anche la Tari, sono le voci che maggiormente incidono sugli indici di spesa, cui si sommano le spese per la dote scuola, circa 906 euro, quelle per le visite mediche, pari a 270 euro, e quelli per l’alimentazione, circa 1.590 euro.
    A segnare un significativo incremento sono proprio le spese per il materiale scolastico per i figli, a +6% rispetto al 2022, che se sommate agli incrementi già affrontati per far fronte alle vacanze estive, rischiano di pregiudicare non di poco le voci di spesa extra in vista dell’inverno, con una maggiormente significativa propensione al risparmio per i mesi dell’avvenire.
    Quello che ci aspetta potrebbe essere un fine 2023 connaturato dalla contrazione delle spese, soprattutto se i rincari dei carburanti e dei beni primari non appresteranno ad attenuarsi, come peraltro sta accadendo sin dall’inizio dell’estate.
    Ma anche su questo fronte, il Governo sembra pronto ad una manovra ad hoc per invertire la rotta, e riportare i prezzi a quella discesa che fino almeno al mese di giugno aveva fatto ben sperare.
    Andrea Valsecchi

    Most Popular

    Innovazione e Sostenibilità: Fiorenzo Dioni e Richard Oberle vincono il European Inventor Award 2024

    L'Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO) ha recentemente annunciato i vincitori del prestigioso European Inventor Award 2024 nella categoria "Industria". Quest'anno, il riconoscimento è stato...

    Italia – Algeria, firmato accordo per agricoltura rigenerativa

    Nell’ambito del Piano Mattei e a seguito dell’incontro bilaterale avvenuto durante il G7, l’Italia e l’Algeria hanno stretto un accordo, firmato il 6 luglio...

    Invecchiamento della popolazione in Piemonte: una sfida demografica crescente

    Il Piemonte è testimone di una significativa trasformazione demografica, caratterizzata da un invecchiamento della popolazione che si fa sempre più marcato. Secondo l'ultimo rapporto...

    Mosca contro l’entrata di Kiev nella Nato: “Una minaccia inaccettabile”. Il Cremlino si scaglia anche contro i missili Usa a lungo raggio in Germania

    Con il vertice Nato di Washington, è tornata la narrativa vittimista della Russia. Il Segretario Generale dell'Alleanza Atlantica, Jens Stoltenberg, ha ribadito che l'entrata...

    Recent Comments