domenica, Maggio 19, 2024
More
    Home Prima pagina Borse in calo, titoli europei ed asiatici al ribasso

    Borse in calo, titoli europei ed asiatici al ribasso

    Borse in calo, titoli europei ed asiatici al ribasso
    Perdite a Wall Street: le conseguenze si sono subito fatte sentire in Europa e in Asia.
    A seguito delle notizie trapelate dalla Fed, secondo le quali alcuni funzionari della banca centrale statunitense volevano aumentare i tassi a metà giugno, gli indici delle principali piazze di tutto il mondo, dall’Europa all’Asia, hanno registrato un ribasso non di poco conto.
    Nessuna conseguenza però sui tassi: alla fine l’accordo è stato raggiunto, ed il voto per la prosecuzione dei tassi attuali è stato all’unanimità.
    Ma tutto troppo tardi quanto agli effetti sulle borse.
    L’indice Hang Seng di Hong Kong registra un -3% dopo le vendite di azioni di una serie di banche cinesi, sostanzialmente necessarie a seguito del declassamento ad opera di Goldman Sachs, sulla scia delle preoccupazioni per il rallentamento dell’economia e l’esposizione al debito degli istituti.
    A ribasso anche il Nikkei 225, che perde l’1,7%. Stessa sorte per la piazza australiana (-1,2), Taiwan (-1,6), Tokyo (-1,6).
    Non vanno meglio le cose nel vecchio continente: a Piazza Affari il Ftse Mib ha perso lo 0,59%, a Parigi il Cac40 lo 0,8% e a Francoforte il Dax40 lo 0,6 per cento.
    I mercati ora attendono aggiornamenti sui tassi di occupazione Usa, che dovrebbero essere pubblicati proprio nella giornata odierna. Le piazze europee, inoltre, guardano a tutta una serie di dati ulteriori: dagli ordini all’industria mensili di maggio in Germania alle vendite al dettaglio di maggio dell’Eurozona e in generale alla situazione degli Stati Uniti sia sul versante occupazionale che riguardo la stima ADP, le richieste di sussidio settimanali, i sussidi di disoccupazione, la bilancia commerciale.
    Occhi puntati quindi sulla situazione globale dei prossimi giorni, che potrebbe rivelarsi decisiva per le sorti economiche del 2023, che nelle ultime settimane sembra aver invertito il trend negativo di inizio anno: in Germania, ad esempio, gli ordini all’industria di maggio hanno fatto segnare un +6,4%, che diventa però -4,3% sull’anno in corso.
    Andrea Valsecchi

    Most Popular

    “Salta su! Ripartiamo dal lavoro”, avviato il crowdfunding a favore dell’inclusione lavorativa

    L’iniziativa lanciata dalle ACLI lombarde a sostegno dell’occupazione delle persone ai margini del mercato del lavoro, tramite l’attivazione di borse lavoro.   “Salta su! Ripartiamo dal...

    Bce: Atteso il taglio dei tassi di interesse a giugno

    Un “plausibile” taglio degli interessi sarebbe previsto per giugno. Questo quanto emerso nella riunione della Bce del 10 e dell’11 aprile tenutasi a Francoforte. I...

    Il Rame e il Suo Ruolo nei Mercati Globali e nella Transizione Energetica

    Il rame, noto per la sua conducibilità elettrica e termica, sta assumendo un ruolo sempre più centrale nei mercati internazionali, spinto dall'innovazione in ambiti...

    Ferrari, un 2024 da record: consegne stabili, crescono gli utili

    Nel primo trimestre del 2024, Ferrari ha ottenuto risultati finanziari notevoli, segnando un incremento significativo sia nei profitti che nei ricavi. Il noto produttore...

    Recent Comments