venerdì, Marzo 1, 2024
More
    Home Prima pagina E-fuel 2035, il punto

    E-fuel 2035, il punto

    E-fuel 2035, il punto
    Ritorna lo snodo carburanti green. Dopo lo stop del mese scorso al regolamento che avrebbe inibito l’immatricolazione di nuovi motori a combustione dal 2035, alla riunione degli ambasciatori dei Paesi Ue è stato chiesto più tempo per approfondire la nuova dichiarazione che la Commissione ha varato, dove si cambiano le condizioni per l’interpretazione e l’attuazione del regolamento.
    Ma da fonti interne ai palazzi di Bruxelles sarebbe arrivato un secco no alla possibilità di rinegoziazione, chiarendo che il negoziato sullo stop alle auto a motore termico verrà riaperto solo per includere i biocarburanti, come sta chiedendo l’Italia, oltre ai carburanti sintetici, su cui c’è l’ok della Germania.
    I carburanti sintetici erano però già previsti nel considerando 11 del regolamento, mentre i biocarburanti sembrano non essere ricompresi dall’ambito del provvedimento visto che non sono considerati al 100% “neutrali” in termini di emissioni di CO2.
    L’ipotesi di riaprire i lavori, ad oggi, è stata però esclusa anche dal Parlamento Europeo, che considera terminato il lavoro legislativo.
    E sullo stop ai motori termici dal 2035 la presunta intesa Bruxelles-Berlino potrebbe essere ratificata già la prossima settimana, e dovrebbe portare al via libera riguardo un ulteriore dispositivo per permettere ai nuovi veicoli a motore endotermico di circolare purché alimentati da e-fuels.
    Però c’è l’opposizione dell’Italia, che difende la possibilità di riconoscere la stessa “deroga” alle auto e ai furgoni alimentati da biocarburanti di cui è un produttore rilevante.
    Andrea Valsecchi

    Most Popular

    G20 Brasile: proposta di imposta minima globale sui super ricchi

    G20 Brasile: proposta di imposta minima globale sui super ricchi Durante il summit del G20 Economia tenutosi a San Paolo il ministro brasiliano delle Finanze,...

    Obiettivi PNRR: l’Italia meglio di tutti

    Obiettivi PNRR: l’Italia meglio di tutti Forse nessuno se lo aspettava; o meglio, il preconcetto sull’indole nazionale e un dibattito politico interno tutto teso a...

    L’Italia sta affrontando una marcata carenza di laureati in ambito STEM

    L'Italia sta affrontando una marcata carenza di laureati in ambito STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics), con una stima annuale di 230.000-240.000 figure professionali introvabili....

    Dop e Igp, al via le nuove regole

    Dop e Igp, al via le nuove regole Varata la nuova riforma europea per la tutela dei marchi Dop e Igp. L’obiettivo è quello di...

    Recent Comments