Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
Ankara Escort
giovedì, Giugno 20, 2024
More
    Home Prima pagina CARO ENERGIA, PRESSING PER RINVIARE IL MERCATO LIBERO

    CARO ENERGIA, PRESSING PER RINVIARE IL MERCATO LIBERO

    CARO ENERGIA, PRESSING PER RINVIARE IL MERCATO LIBERO
    Sul caro energia è arrivata in questi giorni la dura ammonizione da parte di Confcommercio: Gli incrementi oramai fuori controllo dei valori delle materie prime energetiche, giunti a livelli abnormi negli ultimi mesi a causa del perdurare della guerra in Ucraina, rendono necessaria una proroga del termine per il superamento del regime di tutela di prezzo, che a proposito della scadenza fissata per gennaio 2023 per il gas e gennaio 2024 per la luce, ribadisce che il prezzo medio delle offerte nel libero mercato è cresciuto del 78% rispetto a un anno fa e che il mercato tutelato offre maggiori garanzie sui prezzi. Un duro pressing, senza sconti, per rinviare il mercato libero, che ha trovato man forte nelle proteste dei consumatori: il Governo intervenga immediatamente. Secondo gli ultimi dati Istat disponibili, per la luce una famiglia passa dal +57,3% del tutelato al +135,9% del libero, oltre il doppioha sottolineato Massimiliano Dona (UNC).
    La fine del mercato tutelato del gas è infatti prevista per il 1° gennaio 2023, a differenza di quella della luce, prorogata al 10 gennaio 2024. Per Dona, anche la prima scadenza andrebbe portata al 2024, al fine di tutelare tutte le parti in gioco in una partita che si sta rivelando più lunga e complessa di quanto ci si poteva immaginare.
    La richiesta consta nel superamento dellattuale possibilità di scelta libera del venditore, alle condizioni pattuite per comprare lenergia elettrica ed il gas, che comporta il fatto che mentre nel mercato tutelato dellenergia le tariffe sono decise dallautorità di settore, in quello libero è lutenza a negoziare il prezzo con il fornitore.
    Dello stesso parere è anche il Codacons: Come evidenziato dalla stessa Arera – afferma lassociazione – per lelettricità solo l8,85% delle offerte a disposizione sul mercato libero sono risultate più convenienti rispetto al regime di maggior tutela, percentuale che sale al 14,58% delle offerte per il gas. E chi oggi dispone di contratti a prezzi bloccati sul mercato libero avviati prima dello scoppio dellemergenza energetica, alla imminente scadenza delle offerte subirà rincari astronomici delle tariffe. Per evitare il caos e offrire maggiori garanzie a cittadini e imprese, il nuovo Governo dovrà necessariamente bloccare la fine del mercato tutelato dellenergia, misura su cui la stessa Arera ha espresso nei giorni scorsi forti perplessità.
    Banche e aziende a sostegno dei consumatori
    Dalla parte dei consumatori, aziende e istituti di credito hanno dato vita a una serie di iniziative per far fronte ai rincari. Intesa San Paolo, infatti, ammesso a disposizione altri 8 miliardi di euro, dopo i 22 già stanziati. da destinare alle famiglie che hanno subito il colpo dellaumento delle bollette. Le organizzazioni di categoria dei gestori, come Faib Confesercenti, Fegica e Figisc Confcommercio, hanno invece sottoscritto un accordo, per impegnarsi, assieme a superare la crisi. In che modo? Il gruppo sosterrà i Gestori nellaffrontare laumento dei costi energetici delle aree di servizio di proprietà IP, così da fornire un contributo ai piccoli imprenditori che gestiscono i distributori di proprietà del gruppo.
    Novità anche in casa Enel, con lamministratore delegato Francesco Starace che rassicura: Durante tutto il 2021 e il 2022 abbiamo potuto offrire ai nostri clienti che ci hanno seguito sul mercato libero, una protezione contro il caro energia. I nostri clienti sono stati protetti contro lesplosione dei costi. Ora cercheremo delle soluzioni innovative per premiare con un bonus chi risparmierà energia nei prossimi mesi.
    Andrea Fortebraccio

    Most Popular

    IA, il futuro per il settore auto

    I sistemi di intelligenza artificiale, si sa, stanno acquisendo un ruolo sempre più centrale in diversi settori economici. Tra questi quello dell’automotive è in...

    Fondazione Comunitaria Nord Milano: 360mila euro assegnati a 44 progetti del territorio

    75 i progetti pervenuti nell’ambito dei tre bandi promossi dalla Fondazione. Al centro delle iniziative proposte la persona con le sue fragilità, cultura ed...

    UE, Massimiliano Salini (Forza Italia) eletto vicepresidente del Gruppo PPE

    L’eurodeputato è tra i dieci vicepresidenti eletti stamane nell’ambito del rinnovo delle cariche del Gruppo PPE che ha riconfermato alla guida Manfred Weber, eletto...

    Prima Edizione del premio “Marco Casavecchia”: un riconoscimento per giovani talenti nel ricordo di un maestro del diritto

    Il 18 giugno, a Torino, si è tenuta la cerimonia di assegnazione del primo premio dedicato alla memoria dell'avvocato Marco Casavecchia, scomparso nell'ottobre del...

    Recent Comments