domenica, Aprile 21, 2024
More
    Home Prima pagina TALENT HUB LA PIATTAFORMA REGIONALE PER L'ORIENTAMENTO

    TALENT HUB LA PIATTAFORMA REGIONALE PER L’ORIENTAMENTO

    TALENT HUB
    LA PIATTAFORMA REGIONALE PER L’ORIENTAMENTO
    Si è svolto giovedì mattina l’Info Day “L’INFORMAGIOVANI C’È”, organizzato da ANCI Lombardia, in collaborazione con la Rete dei Comuni partner del progetto a valenza regionale “Piattaforma Regionale Orientamento” presentato nell’ambito del bando “La Lombardia è dei giovani 2020” e promosso da Regione Lombardia in collaborazione con ANCI Lombardia.
    Nel corso dell’evento, rivolto a enti, istituzioni, stakeholder ed operatori di settore che ha registrato la presenza di oltre 300 partecipanti, è stata presentata in anteprima la piattaforma innovativa TALENT HUB e sono stati illustrati il suo funzionamento e le potenzialità a disposizione di giovani, famiglie, scuole, aziende, Comuni e Ambiti territoriali.
    Lissone è orgogliosa di aver partecipato quale unico Comune della Provincia di Monza e Brianza al progetto per la realizzazione della piattaforma per orientamento che ha valenza regionale affermano il sindaco di Lissone Concettina Monguzzi e lassessore alle Politiche Giovanili Alessia Tremolada La consolidata presenza sul territorio di un virtuoso servizio di Informagiovani ha permesso alla nostra città di affiancarsi ai capoluoghi di Provincia ed entrare in un progetto che mette in rete competenze e risorse. Un orgoglio che si traduce ora in un impegno a livello locale, con lobiettivo di favorire la valutazione delle competenze per la scelta della scuola da frequentare o delle attività lavorative da intraprendere, offrendo unoccasione di scambio a tutto vantaggio dei nostri giovani. Lissone ha nei mesi partecipato al Tavolo Politico che ha dato le indicazioni per uno sviluppo della piattaforma coerente coi reali bisogni dei territori.
    TALENT HUB è il frutto di un intenso lavoro svolto dagli Informagiovani dei Comuni di Cremona (capofila del progetto), Bergamo, Brescia, Lecco, Lissone, Lodi, Novate Milanese, Varese, Città Metropolitana di Milano e dal partner tecnologico Jobiri che hanno scommesso sulla possibilità/utilità di raccordare a livello regionale i servizi per l’orientamento scolastico e professionale rivolti ai giovani del nostro territorio. Una sfida che ha visto gli enti coinvolti mettere in campo le migliori risorse professionali e specializzate sul tema dell’orientamento e ANCI Lombardia, attraverso il Dipartimento Giovani, seguire con attenzione e competenza tutte le fasi di progettazione e messa a terra.
    L’incontro è stato moderato da G. Piera Vismara, Referente per ANCI Lombardia dei bandi “La Lombardia è dei giovani” che ha guidato con maestria la cordata dei comuni partner monitorando lo stato di avanzamento e di attuazione del Progetto.
    In apertura dell’incontro, Stefano Bolognini, Assessore allo Sviluppo di Città Metropolitana, ai Giovani e alla Comunicazione di Regione Lombardia, ha rimarcato l’importanza del ruolo degli Informagiovani nel mettere in contatto i giovani con il mondo della formazione e del lavoro e nel fornire strumenti in grado di generare per loro opportunità rendendoli protagonisti. Gli Informagiovani rappresentano “uno snodo di programmazione” dal quale partire per progettare le politiche per i giovani del futuro. Ha tra l’altro affermato che la Regione Lombardia condivide e sostiene queste progettualità anche con investimenti sulla formazione degli operatori Informagiovani. Importante per Regione Lombardia risulta partire da questi stimoli per orientare al meglio le politiche per i giovani.
    Mauro Guerra, Presidente di ANCI Lombardia, ha sottolineato come le politiche attive e la costruzione di forti relazioni tra gli attori territoriali siano fondamentali per accompagnare i giovani nei momenti di passaggio scuola – scuola, scuola – lavoro, lavoro – lavoro. Si tratta di una delle partite più impegnative sulla quale si sta lavorando. “Discutere di queste tematiche oggi – ha concluso – è un elemento di speranza: lavorare alla costruzione di esperienze di rete e accompagnare le nuove generazioni è particolarmente importante in questo momento di difficoltà economica e sociale.
    Ad entrare nel vivo del programma della mattinata è stata Maria Carmen Russo,  Presidente della Consulta Regionale Informagiovani ANCI Lombardia e coordinatrice del progetto “Piattaforma Regionale Orientamento” che nel corso del suo intervento ha dichiarato: “Abbiamo investito in questo progetto competenze, impegno, determinazione. Nel corso di questi 15 anni di lavoro svolti dalla Consulta regionale Informagiovani, abbiamo compreso la necessità realizzare uno strumento in grado di creare rete e di renderci riconoscibili. A partire da ciò è maturata la convinzione che essere un sistema significasse condividere strumenti, modelli, risorse e strategie. Perciò ci siamo interrogati su cosa voglia dire fare sistema e nel tentare di rispondere a questa domanda siamo partiti dalla sua definizione: una pluralità di singoli che si uniscono per raggiungere una finalità comune. A determinare il sistema è la relazione fra gli elementi che diventa molto più importante dei singoli elementi che la determinano. Perciò la relazione è il valore aggiunto. A partire da questa concezione abbiamo lavorato su: un nuovo approccio e una nuova strategia dove i giovani sono protagonisti, soggetti attivi e consapevoli e allo stesso tempo su un nuovo modo per favorire la connessione degli operatori e rispondere ai bisogni dei giovani. Ci siamo impegnati per costruire una rete inclusiva e in grado di raggiungere tutti i territori e uno strumento, fisico e digitale insieme, che metta al centro i giovani, favorisca il contatto fra utenti e operatori, che sia a servizio delle scuole, delle università, delle aziende, delle istituzioni e dell’intera comunità educante”.
    A seguire è stato presentato in anteprima il video promozionale realizzato da PIRENE S.r.L. – Agenzia di Comunicazione e Claudio Sponchioni, CEO at Jobiri – Innovating career and employment services through social-impacting technologies – Partner Tecnologico del Progetto ha illustrato le funzionalità della piattaforma.
    L’obiettivo di Talent Hub è contribuire a costruire un sistema collaborativo ed integrato.
    Talent Hub si differenzia da ogni altro sistema perché è uno strumento che permette di offrire un mix efficace di ser
    vizi sia online sia in presenza negli Informagiovani.
    All’interno della piattaforma ci sono moltissime aree e funzionalità dedicate a differenti target: per i giovani alla ricerca di informazioni e supporto per la scelta del percorso di studi o del percorso professionale, per le aziende alla ricerca di talenti, per gli enti di formazione interessati a far conoscere corsi e servizi offerti, per i Comuni intenzionati ad entrare a far parte della rete, ad aprire o riqualificare il proprio Informagiovani, per gli operatori impegnati ogni giorno nelle attività di orientamento.
    La formazione come strategia: riallineamento e certificazione delle competenze degli operatori Informagiovaniè stato il titolo dell’intervento di Luca Pedrazzoli, Direttore del Servizio Giovani del Comune di Lecco e Coordinatore dell’Azione Formazione. Partendo dalla convinzione che sia quanto mai necessario investire sulla formazione e sull’innalzamento delle competenze degli operatori per supportare al meglio i giovani, sono stati progettati e attivati numerosi percorsi formativi che hanno visto coinvolti 237 operatori provenienti da più di 50 sedi. Le principali aree di attenzione su cui ci si è concentrati hanno riguardato la formazione per gli orientatori, la comunicazione giovanile e il management.
    A seguire è intervenuta Maura Ruggeri, Assessora all’Istruzione e alle Risorse Umane del Comune di Cremona – Capofila del progetto, che ha illustrato il ruolo svolto dal “Tavolo Politico”: “Tutto il lavoro fatto fino ad oggi, parte dalla Consulta Informagiovani di ANCI e dalla volontà di 9 comuni lombardi che si sono uniti in rete e, cogliendo l’opportunità offerta dal bando La Lombardia è dei Giovani 2020, hanno voluto dare gambe ad un nuovo sistema di orientamento e ad un modello condiviso a partire dalle esperienze e delle buone prassi messe in campo dagli Informagiovani.
    Il nostro obiettivo è
    accompagnare i giovani dalla scelta del percorso formativo post-diploma all’ingresso nel mondo del lavoro. Abbiamo di fronte un progetto innovativo e sfidante, che richiede la presenza di una governance trasversale, ma è una sfida che accettiamo perché è entusiasmante e ci appassiona”.
    Loredana Poli, Assessora all’Istruzione e Politiche Giovanili del Comune di Bergamo e Presidente Dipartimento Istruzione – Educazione – Edilizia Scolastica di ANCI Lombardia ha inquadrato l’impegno di ANCI Lombardia per l’integrazione delle politiche per i giovani affermando che Partire dalla valorizzazione delle risorse dei giovani, anche nei momenti di difficoltà, è utile per superare le politiche di taglio più assistenziale che hanno caratterizzato gli scorsi decenni. Questo è un passaggio non scontato che arriva da occasioni di confronto fra tutti i comuni del territorio. ANCI Lombardia ha assunto il tema del lavoro come tema centrale per i giovani, un progetto diarricchimento del singolo ma anche delle comunità territoriali.”
    Luca Bramati ha illustrato e commentato i dati emersi dalla ricognizione e analisi delle strutture comunali esistenti e dell’offerta dei servizi rivolti ai giovani svolta da Ancilab Lombardia che ha visto la partecipazione di 618 Comuni che hanno risposto a quesiti su politiche, progetti e servizi rivolti ai giovani.
    Ha concluso gli interventi della mattinata Riccardo Mariani,Formatore e Consulente per progetti di sviluppo di comunità e welfare di comunità che ha relazionato su “Gli Informagiovani come canale preferenziale, capace di favorire la connessione e la logica di sistema e di rete. Riflessioni, interpretazione e scenari” rimarcando come gli Informagiovani rappresentino la nuova frontiera per il futuro delle politiche giovanili lombarde.
    Siamo ad un punto svolta. – ha affermato – Ci troviamo davanti ad una grande sfida e sarebbe imperdonabile farsela sfuggire. Non dobbiamo deludere le aspettative dei giovani”.
    La piattaforma regionale per l’orientamento TALENT HUB sarà lanciata ufficialmente il 28 febbraio 2022 alle ore 18.00 nel corso di un evento che vedrà due giovani intervistare, sui temi della formazione e del lavoro, in un serrato botta e risposta ALESSANDRO ROSINA, Professore ordinario di Demografia e Statistica Sociale della Facoltà di Economia dell’Università Cattolica e coordinatore del “Rapporto Giovani” dell’Istituto Toniolo, LUISA CAZZARO, Presidente AIDDA DelegazioneLombardia presso AIDDA, Associazione Imprenditrici Donne Dirigenti d’Azienda – Socia Associazione Centro Dino Ferrari, GIANLUCA GALIMBERTI, Sindaco del Comune di Cremona e CLAUDIO SPONCHIONI – CEO at Jobiri – Innovating career and employment services through social-impacting technologies – Partner Tecnologico del Progetto.
    A condurre l’incontro sarà ANDREA MATTIOLI, HR manager e licenziatario TEDxCremona.
    Alle ore 18.30 il programma prevede il countdown, l’accensione di TALENT HUB e un brindisi virtuale.
    Tutti i dettagli per la partecipazione all’evento saranno pubblicati sul sito di ANCI Lombardia e
    sui canali ufficiali di TALENT HUB:
    https://www.facebook.com/TalentHubPiattaforma
    https://www.instagram.com/talenthub_orientamento/

    Most Popular

    E se il vino sparisse? l’Italia perderebbe 1,1% del PIL

    Durante la 56esima edizione di Vinitaly, tenutasi a Verona, è stata presentata una ricerca che evidenzia l'importanza economica del settore vinicolo in Italia. L'analisi,...

    Ue, si valuta altro taglio dei tassi

    Christine Lagarde annuncia un probabile nuovo taglio dei tassi “se non ci sono shock”. "Stiamo osservando un processo disinflazionistico. Se si muove in linea con...

    Nutella: 60 Anni di Dolce Successo Globale

    Nel 1964, il panorama delle creme spalmabili fu trasformato radicalmente dall'introduzione di Nutella, opera di Michele Ferrero. Originaria di Alba, questa crema ha combinato...

    L’inversione della polemica: un emendamento in tema aborto pone ai ferri corti Roma e Madrid

    Parlare di aborto in Italia è come aprire il vaso di Pandora del dibattito pubblico italiano, anche se questa volta lo scontro ha assunto...

    Recent Comments