11.5 C
Milano
giovedì, Dicembre 1, 2022
Home Lombardia Milano Milano, la crisi in farmacia: in crescita il consumo di psicofarmaci

Milano, la crisi in farmacia: in crescita il consumo di psicofarmaci

Dagli stati d’ansia all’insonnia fino a forme depressive vere e proprie, aumentano le patologie della mente come esito della crisi generata dalla pandemia. Nelle farmacie la spesa per i farmaci contro questi disturbi è cresciuta dal 20% al 30%. I più colpiti donne, giovani e anziani.

Stati d’ansia, crisi di panico, insonnia e forme depressive. Gli effetti della pandemia di ripercuotono anche sulla mente provocando un aumento sensibile delle patologie legate alla sfera psichica, come dimostra l’aumento della spesa farmaceutica per i medicinali che curano questo tipo di disturbi.

A confermarlo è un report dell’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco, relativo al monitoraggio dell’acquisto dei farmaci durante la pandemia Covid-19, che ha evidenziato come l’emergenza sanitaria abbia provocato un cambiamento nell’assunzione dei farmaci, con un particolare incremento delle vendite di ansiolitici nel 2020 rispetto all’anno precedente. Una cartina di tornasole che dimostra come lo stress e la paura, non solo del contagio ma anche delle conseguenze economiche prodotte dalla pandemia, abbiano avuto seri effetti sulla salute mentale delle persone.

La stessa Società Italiana di NeuroPsicoFarmacologia, in occasione dell’apertura del XXII congresso nazionale, ha sottolineato come le condizioni di fragilità sanitaria, emotiva e sociale che si stanno verificando in Italia come esito dell’emergenza Covid, fungano da moltiplicatore delle conseguenze negative sul benessere psicofisico delle persone. Le fasce più esposte a questo rischio risultano essere in particolare le donne, i giovani e gli anziani. Le prime perché, accanto ad una predisposizione fisiologica a queste patologie, sono anche le più sottoposte allo stress dovuto alle ripercussioni economiche e sociali, i giovani a causa della privazione della socialità – come la scuola in presenza per quelli in età scolare/universitaria – e degli effetti della crisi occupazionale, mentre gli anziani sviluppano forme di disagio come esito della loro maggiore esposizione al rischio contagio che spesso li costringe a lunghi periodi di isolamento lontano dagli affetti e dalla loro sfera relazionale.

In una metropoli come Milano queste tendenze sono particolarmente evidenti ed i primi ad accorgersene e ad avere il polso della situazione della loro porzione di territorio, sono gli stessi farmacisti, diventati anche punto di riferimento dei pazienti in un periodo in cui i medici di base sono impegnati sul fronte della lotta al Covid-19. In tutta la città la spesa per i farmaci che possono tenere a bada i disturbi della sfera emotiva è in crescente aumento, a partire dai rimedi naturali fino agli antidepressivi veri e propri.

Si va da un incremento che oscilla dal 20% al 30% per i farmaci da banco come integratori di melatonina per favorire il giusto equilibrio del sonno, a gocce e tisane calmanti a base di estratti di erbe per cercare di combattere gli stati d’ansia e i disturbi dell’umore. Ma è in crescita anche la richiesta di farmaci con prescrizione medica per curare le forme di depressione di varia entità. Sebbene in tutta la città si riscontri una tendenza in aumento relativa al consumo di questi farmaci, in alcune zone periferiche dove si concentrano fragilità di tipo economico-sociale, come Lorenteggio e Giambellino, il trend è particolarmente accentuato. Dai farmacisti arriva anche la conferma delle categorie più esposte al disagio, donne e anziani, ma anche tanti giovani che sono passati da una quotidianità particolarmente attiva a preoccupanti situazioni che sfiorano stati depressivi veri e propri.

Micol Mulè

 

 

 

Most Popular

Continuano proteste in Cina, ma il governo non vuole cedere

Continuano proteste in Cina, ma il governo non vuole cedere In Cina proseguono e si intensificano le proteste legate alla politica “zero Covid”, che si...

Il Gruppo Presepi Marnate in carcere a Busto Arsizio

Il Gruppo Presepi Marnate in carcere a Busto Arsizio I presepisti insieme ad un gruppo di detenuti hanno realizzato un presepe che è stato posto...

Buguggiate, sabato 3 dicembre il Concerto di Natale della Bcc

Buguggiate, sabato 3 dicembre il Concerto di Natale della Bcc Il corpo musicale Giuseppe Verdi di Capolago protagonista degli auguri in musica della Banca di...

Recent Comments