11.5 C
Milano
giovedì, Dicembre 1, 2022
Home Economia Proteste dei lavoratori dello spettacolo, mondo scolastico e sindacati  

Proteste dei lavoratori dello spettacolo, mondo scolastico e sindacati  

Al flash mob organizzato dai lavoratori dello spettacolo, si uniscono alcuni comitati studenteschi e sindacati. Richieste di riaperture con misure di sicurezza.

 

Martedì si è svolto un flash mob in tutta Italia a sostegno dei lavoratori dello spettacolo. A Milano è stato occupato l’ex Cinema Arti di Via Mascagni, nei pressi di Porta Venezia. Anche alcuni comitati studenteschi si sono uniti alla protesta, esponendo striscioni con la scritta: “Create il vuoto culturale noi lo occupiamo”.

 

Il mondo della scuola si è dunque unito a quello dello spettacolo. L’intento è chiedere non solo una riapertura dei luoghi di formazione, ma anche riforme complessive in entrambi i settori.

Le principali richieste degli studenti sono: investimenti sulla scuola fino al 5% del Pil, rendere l’università veramente accessibile a tutti, un piano nazionale di edilizia scolastica e la cancellazione del precariato nel personale scolastico.

In seguito all’occupazione dell’ex cinema in via Mascagni, la protesta si è trasferita sotto ai luoghi della Prefettura, dove è stato tenuto un presidio.

 

Alle proteste hanno aderito anche i sindacati. In prima linea il segretario della CGIL Maurizio Landini, che ha partecipato alla manifestazione svoltasi di fronte al Teatro dell’Opera a Roma, in Piazza Beniamino Gigli.

“Pensiamo che ci sia bisogno di affermare dei livelli minimi essenziali di cultura e di partecipazione su tutto il territorio nazionale affinché biblioteche, teatri, spazi musicali siano davvero un diritto per tutti i cittadini”. Queste le parole del segretario della CGIL.

 

Il Ministero della Cultura in queste ore sta lavorando per proporre al Comitato Tecnico Scientifico un piano di sicurezza omogeneo e rafforzato per favorire la riapertura di teatri, cinema ed altri luoghi di cultura. Il piano prevede delle indicazioni che provengono dalle stesse associazioni di categoria e sono sostanzialmente le seguenti: presenze contingentate, accuratezza della selezione dei flussi in entrata e uscita, utilizzo delle mascherine Ffp2 per spettacoli al chiuso, distanziamento, sanificazione, biglietti digitali e nominativi.

 

Andrea Curcio

 

 

 

Most Popular

Continuano proteste in Cina, ma il governo non vuole cedere

Continuano proteste in Cina, ma il governo non vuole cedere In Cina proseguono e si intensificano le proteste legate alla politica “zero Covid”, che si...

Il Gruppo Presepi Marnate in carcere a Busto Arsizio

Il Gruppo Presepi Marnate in carcere a Busto Arsizio I presepisti insieme ad un gruppo di detenuti hanno realizzato un presepe che è stato posto...

Buguggiate, sabato 3 dicembre il Concerto di Natale della Bcc

Buguggiate, sabato 3 dicembre il Concerto di Natale della Bcc Il corpo musicale Giuseppe Verdi di Capolago protagonista degli auguri in musica della Banca di...

Recent Comments