11.5 C
Milano
mercoledì, Giugno 16, 2021
Home Economia Proteste dei lavoratori dello spettacolo, mondo scolastico e sindacati  

Proteste dei lavoratori dello spettacolo, mondo scolastico e sindacati  

Al flash mob organizzato dai lavoratori dello spettacolo, si uniscono alcuni comitati studenteschi e sindacati. Richieste di riaperture con misure di sicurezza.

 

Martedì si è svolto un flash mob in tutta Italia a sostegno dei lavoratori dello spettacolo. A Milano è stato occupato l’ex Cinema Arti di Via Mascagni, nei pressi di Porta Venezia. Anche alcuni comitati studenteschi si sono uniti alla protesta, esponendo striscioni con la scritta: “Create il vuoto culturale noi lo occupiamo”.

 

Il mondo della scuola si è dunque unito a quello dello spettacolo. L’intento è chiedere non solo una riapertura dei luoghi di formazione, ma anche riforme complessive in entrambi i settori.

Le principali richieste degli studenti sono: investimenti sulla scuola fino al 5% del Pil, rendere l’università veramente accessibile a tutti, un piano nazionale di edilizia scolastica e la cancellazione del precariato nel personale scolastico.

In seguito all’occupazione dell’ex cinema in via Mascagni, la protesta si è trasferita sotto ai luoghi della Prefettura, dove è stato tenuto un presidio.

 

Alle proteste hanno aderito anche i sindacati. In prima linea il segretario della CGIL Maurizio Landini, che ha partecipato alla manifestazione svoltasi di fronte al Teatro dell’Opera a Roma, in Piazza Beniamino Gigli.

“Pensiamo che ci sia bisogno di affermare dei livelli minimi essenziali di cultura e di partecipazione su tutto il territorio nazionale affinché biblioteche, teatri, spazi musicali siano davvero un diritto per tutti i cittadini”. Queste le parole del segretario della CGIL.

 

Il Ministero della Cultura in queste ore sta lavorando per proporre al Comitato Tecnico Scientifico un piano di sicurezza omogeneo e rafforzato per favorire la riapertura di teatri, cinema ed altri luoghi di cultura. Il piano prevede delle indicazioni che provengono dalle stesse associazioni di categoria e sono sostanzialmente le seguenti: presenze contingentate, accuratezza della selezione dei flussi in entrata e uscita, utilizzo delle mascherine Ffp2 per spettacoli al chiuso, distanziamento, sanificazione, biglietti digitali e nominativi.

 

Andrea Curcio

 

 

 

Most Popular

Perchè investire su Linkedin Ads per ottenere contatti commerciali di qualità

Perché investire su Linkedin Ads per ottenere contatti commerciali di qualità Uno dei metodi per generare contatti commerciali nel B2B di alta qualità è investire anche...

Cartelle esattoriali: si va verso una ulteriore proroga

Cartelle esattoriali: si va verso una ulteriore proroga Il Decreto “Sostegni-bis”, in discussione in questi giorni alla Camera, potrebbe portare una ulteriore dilazione dei termini...

Lavoro, autonomi: il colpo dopo un anno di covid

Lavoro, autonomi: il colpo dopo un anno di covid I dati Istat relativi al primo trimestre del 2021 evidenziano gli effetti di un anno di...

L’Italia si colora di bianco

L’Italia si colora di bianco 40 milioni di italiani sotto zona bianca. Le discoteche rimangono le uniche attività chiuse. Quasi tutta l’Italia si trova in zona...

Recent Comments