11.5 C
Milano
sabato, Gennaio 23, 2021
Home Politica Intervista a Giorgio Armani, candidato Sindaco per la lista “CambiaVento” (Capriano-BS)

Intervista a Giorgio Armani, candidato Sindaco per la lista “CambiaVento” (Capriano-BS)

Capriano (Bs) – A pochi giorni dal voto abbiamo incontrato Giorgio Armani, candidato Sindaco per la lista “CambiaVento”, con lui abbiamo affrontato alcuni tra i temi più scottanti di questa campagna elettorale.
  1. Partiamo da lontano, come mai hai deciso di candidarti?

Quando dai rumors in paese sono emerse le candidature, anche se ormai era il 7 agosto, ho deciso di accettare la proposta di candidarmi come sindaco di “CambiaVento” per non lasciare Capriano a doversi dividere su proposte inconsistenti e programmi fumosi. La differenza è che la mia non è una candidatura che parte da lontano, ma dettata dal fatto che amo il mio territorio e la mia gente. Ho due figlie e la famiglia qui: ci sono stato per tutti, senza distinzioni durante il Coronavirus e ho deciso di esserci anche nella scelta del futuro della nostra comunità. In più si aggiunga che sono già stato assessore nella precedente amministrazione.

 

  1. Parlaci un po’ di Capriano, che paese è, e come te lo immagini tra cinque anni.

Descrivere il volto di Capriano tra 5 anni è limitato: per far ripartire un paese lasciato fermo almeno per tre decenni serve uno sguardo proiettato ai prossimi 10 anni. Per questo il nostro programma è soprattutto un “programma di governo”, che tocca tutti i bisogni e le necessità della comunità, a partire dalle infrastrutture sino alla costruzione di istituzioni e servizi adeguati oggi assenti o precari. L’immediato troverà risposte, ma nella prospettiva di uno sviluppo vero decennale grazie ad una squadra molto preparata, con evidenti professionalità, tutti soggetti tratti dalla società civile di Capriano.

 

  1. Come vi siete mossi (se vi siete mossi,) sulla discarica Metalli Capra?

Il tema della discarica è stato forse quello che ha creato i maggiori contrasti con la maggioranza uscente di Capriano e spiega anche perché oggi ci sono tre liste… Ma questo è un altro argomento. Ho denunciato alla Prefettura, alle istituzioni e al mio Comune con un documento protocollato ad ottobre 2019 tutte le storture e le interpretazioni di parte sul tema della discarica. Davanti al silenzio dell’ente locale e del suo sindaco sono andato in Regione Lombardia dopo aver partecipato al tavolo tecnico in Prefettura. Ho interagito con i sindaci del territorio, i consiglieri regionali e l’assessore all’Ambiente Cattaneo della Regione. Se sarò eletto il tema della discarica sarà in evidenza nella mia agenda e chi mi conosce sa che non mollo, soprattutto dopo che altri candidati hanno dichiarato in pubblico che loro “non faranno nulla perchè è tutto in mano alla Prefettura”. Noi dobbiamo invece essere attori di quanto accade sul territorio e vogliamo anche verificare le eventuali responsabilità su questo inquinamento.

 

  1. Perché votare la lista Cambiavento?

Non siamo alternativi agli altri due contendenti: siamo l’unica vera novità che ha un programma dettagliato, una squadra preparata e determinata, con uomini e donne dalle competenze acclarate ed evidenti. Abbiamo dimostrato di avere dalla nostra appoggi importanti di istituzioni e della politica, senza i quali non si va da nessuna parete. Dall’altra parte? Il nulla… Che altro aggiungere?

 

  1. Armani Sindaco, quale prima cosa farebbe per il suo paese?

Dobbiamo innanzitutto ricreare il necessario rapporto di fiducia tra i cittadini e gli amministratori dopo il commissariamento dovuto alle dimissioni improvvise del sindaco.  Ho lavorato in questi mesi per portare il bus urbano – che arriverà come spiegato da Diego Peli del Pd – e per sanare quella profonda cicatrice che è la discarica sul Monte Netto. Ora, se sarò eletto, tradurrò tutti questi elementi in atti formali che producano effetti concreti. Queste le mie priorità nell’immediato. Il resto è tutto nel programma, nel dettaglio e nella fattibilità.

Most Popular

Gualtieri: il governo valuta proroga selettiva del blocco dei licenziamenti

Approvato lo scostamento di bilancio, il Mef sta discutendo se prorogare il blocco dei licenziamenti. L’ulteriore scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro proposto...

Covid 19, più innovazione per aumentare la sicurezza in azienda

La pandemia ha reso evidente quanto le azioni di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro siano fondamentali ai fini della...

Milano, ristoratori di nuovo in piazza: “Basta, siamo stremati”

Prefettura, Valassina e Regione, la protesta si snoda in più punti per amplificare il messaggio. 400 i locali già chiusi, molti altri avviati alla...

Circolo delle Imprese – Fiera Digitale del Network

Proseguono i panel della Fiera Digitale del Network organizzata dal Circolo delle Imprese.   Ieri Marco Beretta, membro dello staff di presidenza del Circolo delle Imprese,...

Recent Comments