11.5 C
Milano
venerdì, 4 Dicembre, 2020
Home Piemonte Nibol, l'app per gli smart worker, sbarca a Torino

Nibol, l’app per gli smart worker, sbarca a Torino

Nibol, l’app per gli smart worker, sbarca a Torino

Non più tardi di qualche anno fa è nata Nibol, un’applicazione per gli smart worker e per i lavoratori con necessità di flessibilità e possibilità di lavoro da remoto. Se già qualche tempo fa i dati sugli smart worker indicavano un aumento della categoria, dopo il lockdown causato dal Covid-19 (e ancora di più con la Fase 3), diventa sempre più necessario fare una riflessione a 360 gradi su produttività e necessità di avere a disposizioni nelle varie città italiane spazi fluidi, coworking attrezzati e basi d’appoggio per connettersi alla rete e poter lavorare agilmente fuori dall’ufficio e senza necessariamente stare a casa.

 

Nibol è nata infatti come startup di otto persone, ideata dal web designer freelance Riccardo Suardi e strutturata per essere scaricata gratuitamente. Una partenza a Milano, dove sulla mappa erano indicati i locali più vicini dove prenotare un tavolo per quattro persone, fino a quattro ore e senza extra, pagando solo la consumazione e con uno sconto sulla spesa.

 

In questo periodo, però, l’app – che si era finora sviluppata più che altro nell’hinterland milanese – è approdata anche a Torino, trasformando di fatto bar e caffetterie torinesi in vere e proprie postazioni sanificate per poter lavorare. Oltre a prese elettriche, aria condizionata e connessione, sull’app è possibile anche leggere le recensioni rilasciate da altri clienti su voci quali comodità e tranquillità, ma anche qualità di cibo e bevande.

 

Secondo alcune indagini di Cgil, il mondo del lavoro in questi mesi ha visto tanti cambiamenti e almeno il 60% dei lavoratori che sono stati in smartworking proseguiranno così. In questo senso, la direzione è segnata sia in termini di sviluppo di app e servizi digitali come questa per favorire questo genere di lavoratori, sia per esercenti, proprietari di locali, bar e ristoranti, che hanno tanto sofferto questo periodo di chiusura e potrebbero ora trovare in questo spunto un’occasione di rilancio delle proprie attività produttive e commerciali.

Aldo Drappero

Most Popular

Milano, per la ripresa del traffico aereo si dovrà attendere almeno il 2023

L’ad di Sea ha prospettato alcuni scenari per il ritorno ai volumi pre-Covid, l’ipotesi peggiore sposta la ripartenza al 2025/26. Intanto servono ristori e...

Patenti scadute, restano valide fino ad Aprile 2021

Proroga scadenza patenti fino ad Aprile, fino a luglio per le sole Cqc e Cfp. Sospesi esami guida pratica nelle regioni rosse. Fogli rosa...

Dpcm Natale: restrizioni agli spostamenti ma sì al pranzo al ristorante

In attesa del testo definitivo, le anticipazioni su alcune misure relative al nuovo dpcm che disciplinerà le feste natalizie. Mancano poco più di venti giorni...

A Dairago una filiale più moderna per la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate «Andiamo in controtendenza. Investiamo nei piccoli centri»

Il presidente della Bcc Roberto Scazzosi e il sindaco di Dairago Paola Rolfi alla riapertura degli spazi di via XXV Aprile dopo l’intervento di...

Recent Comments